XV Edizione di BUK FESTIVAL a Modena

In primo piano

eilviaggiocontinua-615x656Nei giorni 6 – 7 – 8 Maggio 2022 si terrà a Modena la XV Edizione del Buk Festival della Piccola e Media Editoria organizzata dall’Associazione Culturale ProgettArte nel  Complesso San Carlo in Via  Francesco Selmi, 67 in centro storico, sotto la direzione di Francesco Zarzana,

Il Festival apre il lungo periodo dei festival modenesi che si concluderà solo in autunno inoltrato. Durante il Festival saranno allestiti una trentina di stand di una trentina di case editrice selezionate a livello nazionale tra le quali anche ECOGESES.

Nel programma del Buk Festival la Cooperativa Ecogeses sarà presente con due eventi:

Venerdì 6 aprile, ore 16.00, Cortile del banano: Alberta Amato presenta il progetto editoriale “Imparare la lingua Italiana“. Per partecipare in presenza compilare il modulo al link https://forms.gle/BXPN65tZ6JwtHi4g6

Domenica 8 aprile, ore 15.00, Cortile del banano: presentano i loro libri Miriam Galgano  “Freeda. Non a caso dal caos nasce cosa” e Ilaria Ughetta Grande “Magiche suggestioni dell’anima. Raccolta di poesie e d’immagini”

Sulla Gazzetta di Modena e su Il Resto del Carlino la presentazione del Buk Festival.

Presentato il primo libro di Miriam Galgano, “Freeda. Non a caso dal caos nasce cosa”

In primo piano

Miriam GalganMiriam_a_scuolao, ex studentessa dell’Istituto I.S.I.S. Pitagora di Montalbano Jonico, provincia di Matera, ha presentato il suo primo romanzo davanti agli studenti di quella che è stata la sua seconda casa per 5 anni.

La notizia, pubblicata nella pagina “Cultura e Spettacolo” de “Il Quotidiano italiano”, quotidiano online di Bari, rappresenta il frutto della significativa collaborazione della nostra Cooperativa con l’autrice del libro “Freeda. Non a caso dal caos nasce cosa“.

L’incontro con l’autrice si è tenuto nell’Aula Magna della scuola, in concomitanza all’assemblea d’Istituto organizzata dai ragazzi. Le classi quinte hanno partecipato in presenza, tutto il resto seguiva in modalità online dalle rispettive aule.

Nell’incontrare gli studenti e le studentesse, Miriam Galgano ha detto che “A distanza di anni, non avrei mai immaginato di tornare qui, in questa scuola, non più in veste di alunna. È sempre bello tornare a casa, è sempre bello far conoscere una parte di sé agli altri e lo è ancora di più attraverso le pagine di un libro. Credo che ognuno di noi possieda delle passioni manifeste o latenti e, in tal senso, la scrittura ha sempre rappresentato la mia chiave interpretativa della realtà circostante”. Attraverso un percorso metropolitano un po’ inusuale, Freeda incontrerà una serie di personaggi che, apparentemente, non hanno nulla a che vedere con la sua esperienza di vita, ma si riveleranno fondamentali e la supporteranno nel suo graduale percorso alla conquista della libertà.

A conclusione dell’incontro l’autrice ha esortato gli studenti a fare cole la protagonista del romanzo nel custodire uno o più sogni nel cassetto: “E allora, cari ragazzi, il mio augurio è che voi tutti, indistintamente, possiate trovare la vostra strada, perseguendo brillantemente gli obiettivi prefissati. Non abbiate fretta, meditate sul presente e fate tesoro delle esperienze passate. Mettetevi sempre in discussione perché, purtroppo, di ostacoli ce ne saranno, ma come ci insegna Freeda non a caso dal caos nasce sempre qualcosa e questo libro ne è la prova tangibile”,

Il libro Freeda è disponibile online alla Libreria della Cooperativa Ecogeses e anche da La Feltrinelli, sul sito di Ibs, su La libreria universitaria.

Cesare Scurati. Sguardi sull’educazione

In primo piano

ScuratiPaolo Calidoni, Damiano Felini, Andrea Bobbio (a cura di), Cesare Scurati. Sguardi sull’educazione, Ed. FrancoAngeli, Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non Commerciale-Non opere derivate 4.0 Italia (CC-BY-NC-ND 4.0 IT)  nella collana peer reviewed Il mestiere della pedagogia.

Nel decimo anniversario dalla scomparsa del Professor Cesare Scurati, il volume rilancia la ricerca e la riflessione sul contributo che questo maestro ha offerto a tanti livelli, concettuali, metodologici e operativi: dai temi dell’infanzia a quelli di una moderna concezione umanista della scuola; dalla metodologia della ricerca alle forme dell’insegnamento delle discipline pedagogiche; dalla curiosità verso i più disparati luoghi dell’“educativo” fino allo stile e all’etica del suo essere studioso e docente.
In Scurati, la ricchezza di questo affresco pedagogico rimanda alla vivacità di una stagione culturale che, nel superamento delle ideologie e degli steccati epistemologici, ha visto l’alba e il tramonto di un’epoca – il Novecento pedagogico – di cui tentò un’interpretazione produttiva e umanistica, pur con tutte le sue contraddizioni e i suoi limiti.
La pluralità degli ecosistemi formativi studiati da Scurati rimanda poi a una sua presenza effettiva, concretamente impegnata a riqualificarli, intrecciando riflessione accademica e formazione professionale, ricerca educativa, analisi delle concrete prassi istituzionali e uno sguardo, in chiave comparativa, agli stimoli provenienti d’oltre oceano.
Il volume si articola in tre sezioni: la prima, Letture, propone gli ‘sguardi’ di alcuni Colleghi sull’opera e la testimonianza di Cesare Scurati; nella seconda, Percorsi, si parla invece di scuola, soprattutto nella prospettiva curricolare e per quanto concerne l’educazione dell’infanzia e l’istruzione di base; la terza, infine, Ambienti, ospita contributi sui molteplici contesti dell’educazione diffusa.
Il volume intende dunque proporre un non aneddotico ricordo di un maestro, ancora capace di suscitare pensieri, idealità, progetti per trasformare il mondo e renderlo migliore.

Saggi di: Michele Aglieri, Giombattista Amenta, Massimo Baldacci, Andrea Bobbio, Giambattista Bufalino, Paolo Calidoni, Elio Damiano, Mario Falanga, Damiano Felini, Daniela Maccario, Pasquale Moliterni, Monica Parricchi, Beate Weyland.

About the Author/Volume editor: Paolo Calidoni, Già Università di Sassari.                About the Author/Volume editor: Damiano Felini, Università di Parma.                      About the Author/Volume editor: Andrea Bobbio, Università della Valle d’Aosta, Aosta.

Il volume si può scaricare al link:                  http://ojs.francoangeli.it/_omp/index.php/oa/catalog/book/748

FREEDA. Non a caso dal caos nasce cosa

In primo piano

FreedaMiriam Galgano – FREEDA. Non a caso dal caos nasce cosa, Edizioni Ecogeses, Roma 2021, ISBN 9788894383270, p. 133, €. 15.00

Ogni viaggio conserva segretamente una speranza e io non vedevo l’ora di scoprire quale fosse”. Il viaggio di Freeda è l’iter conoscitivo di ciascuno di noi. Molto spesso, anestetizzare le emozioni è la scusa che ci riserviamo per sfuggire a un presente che non ci garba; invece, raccoglierle e farle nostre è la scelta più coraggiosa che possiamo fare. Freeda questo lo sa e, attraverso la sua rinascita introspettiva, dimostra che, a volte, occorre perdersi totalmente per riappropriarsi della versione migliore di se stessi.

Miriam Galgano ha conseguito la laurea triennale presso l’Università IULM alla Facoltà di Comunicazione, media e pubblicità. Attualmente, frequenta un Master in giornalismo presso la Journalism Academy del Quotidiano Italiano, parallelamente a un corso online di Video Editing. La comunicazione è sempre stata la sua “finestra aperta sul mondo” e, questa volta, lo ha voluto dimostrare attraverso la scrittura. Freeda è il suo primo romanzo, un connubio sperimentale di geniale creatività e pura autenticità, due caratteristiche che contraddistinguono l’autrice e che aiuteranno il lettore a proiettarsi con facilità in ogni singolo capitolo proposto.

I libri sono disponibili presso:                                                                                   Libreria Cooperativa Ecogeses: https://cooperativa-ecogeses.sumup.link/prodotti           La Feltrinelli: https://www.lafeltrinelli.it/                                                                               Libreria IBS: https://www.ibs.it/                                                                                           Libreria Universitaria: https://www.libreriauniversitaria.it/

Magiche suggestioni dell’anima

In primo piano

Poesie_Grande Ilaria Ughetta Grande, Magiche suggestioni dell’anima. Raccolta di poesie e immagini, Edizioni ECOGESES, Roma 2021, ISBN 9788894383287, p. 73.

Ilaria Ughetta Grande è insegnante di scuola dell’infanzia, con le sue poesie riesce a far vibrare le corde dell’anima regalando con le sue poesie serenità ed emozioni profonde. Nei suoi versi si coglie l’animo gentile e sensibile di una persona che negli altri sa vedere solo aspetti positivi e che affronta le difficoltà di ogni giorno leggendole con occhi diversi. La primavera, i suoni, i profumi e i colori sono gli elementi che ricorrono in questi versi, scritti in un momento difficile del nostro tempo, quello dei giorni del lockdown.

Ha pubblicato poesie per la Casa Editrice Pagine nella collana Antologie: Voci versate; M’illumino d’immenso; L’agenda del poeta 2021 e Luci sparse.
Le poesie sono illustrate da Giulia Trioni che ha frequentato il Liceo Artistico “B. Munari” di Cremona. Attualmente è occupata in progetti di volontariato in ambito sociale. Ama ed usa i colori cercando sfumature nuove che regalano magiche suggestioni dimostrando un animo sensibile e amante della vita.

I libri sono disponibili presso:                                                                                   Libreria Cooperativa Ecogeses: https://cooperativa-ecogeses.sumup.link/prodotti           La Feltrinelli: https://www.lafeltrinelli.it/                                                                               Libreria IBS: https://www.ibs.it/                                                                                           Libreria Universitaria: https://www.libreriauniversitaria.it/

Vivere l’incontro tra le culture!

In primo piano

InterculturaLa Cooperativa Ecogeses è lieta di presentare due libri sul dialogo tra le culture.

Amalia Murcio Maghei,                          Culture ed educazione.                      Sguardi dal quotidiano,                     Edizioni ECOGESES, p. 217

La relazione tra le persone, il dialogo tra i cittadini e le istituzioni, le reti di servizi per garantire sicurezza, efficienza, efficacia in ambito sociale sono presupposti determinanti per la dialogicità interna di ogni cultura di cui è necessario riconoscere opportunità, limiti e vincoli, regole da mettere alla prova nella quotidianità del vivere, consapevoli che conflitti e squilibri sono fisiologici e che possono essere decifrati e superati solo con prospettive metaculturali che mettano a fuoco ragioni e comportamenti diversi nelle varie situazioni. C’è necessità di interagire, ma ad alcune condizioni. Ciascuno è chiamato a prendere decisioni contestuali, con senso di responsabilità, rispetto delle regole e comportamenti conseguenti.

Video di presentazione: https://youtu.be/9sEbhoGwpF8

Gian Leonildo Zani, L’infanzia nel mondo. La famiglia, la cultura, le mentalità, Edizioni AIMC, p. 185.

Il saggio è diviso in due parti. La prima descrive i metodi attraverso cui la famiglia, le associazioni, le istituzioni educano i figli a inserirsi nella propria cultura e religione, utilizzando le categorie di iniziazione (come tirocinio e ingresso ai valori) e di trasmissione (quale apprendimento di conoscenze). La seconda, attraverso il concetto di mentalità, in cui converge ciò che si è sedimentato nei secoli e il quotidiano, permette di cogliere con empatia le peculiarità delle culture e delle religioni.

I libri si possono richiedere:

–  Vendita diretta Cooperativa ECOGESES negozio on line:                                                  https://cooperativa-ecogeses.sumup.link/prodotti                                                          – Libreria “Il Segnalibro”, Via Roma 87/A, Magenta (MI)                                                    – Libreria “Libri e Libri”, Via Italia 22, Monza (MB)                                                              – LaFeltrinelli: https://www.lafeltrinelli.it/                                                                            – Libreria Universitaria: https://www.libreriauniversitaria.it/                                                  – IBS.it: https://www.ibs.it/

 

 

Insegnare e raccontare la matematica ai bambini

In primo piano

ImmagineLa Cooperativa Ecogeses è lieta di presentare due libri di Anna Maria Cappelletti:

Didattica della Matematica – Edizioni Ecogeses, Roma 2019, p. 272.

Il giro del mondo in 80 numeri – Edizioni Ecogeses, Roma 2021, p. 43.

Didattica della Matematica. Come promuovere un apprendimento consapevole – Edizioni Ecogeses, Roma 2019, p. 272: è un libro di formazione e di auto-formazione per i docenti,  ricco di riferimenti teorici, di riflessioni epistemologiche, di esempi pratici e itinerari operativi già sperimentati direttamente e da riproporre facilmente nelle classi.  Esso spazia da Aritmetica a Geometria : analizza la costruzione del concetto di numero, la modalità  per affrontare il tema Problemi, geometria euclidea e non; l’ottica interculturale è presente come filo conduttore di varie proposte. Introduzione di Italo Bassotto.

Il giro del mondo in 80 numeri – Edizioni Ecogeses, Roma 2021, p. 43: parla agli allievi in modo diretto e con un registro linguistico adatto a loro. L’obiettivo del libro è creare un interesse genuino per la matematica, presentata nella sua realtà storica, geografica, sociale e pratica, come patrimonio antichissimo creato da tutti i gruppi umani. La nascita di simboli e sistemi numerici accompagna i piccoli lettori alla scoperta che la matematica è frutto di un lungo percorso di costruzione delle conoscenze di cui anche loro possono essere partecipi. Il testo è illustrato da Lilia Marcucci Martello e da approfondimenti pedagogici e interculturali di Mariangela Giusti.

I libri si possono richiedere:
Vendita diretta Cooperativa ECOGESES negozio on line:                   https://cooperativa-ecogeses.sumup.link/prodotti
Libreria “Il Segnalibro”, Via Roma 87/A, Magenta (MI)
Libreria “Libri e Libri”, Via Italia 22, Monza (MB)
LaFeltrinelli – https://www.lafeltrinelli.it/
Libreria Universitaria: https://www.libreriauniversitaria.it/
IBS.it – https://www.ibs.it/

Canti gregoriani nell’Abbazia di Chiaravalle di Milano

In primo piano

Chiaravalle1221 – 2021, 800 anni di pietre in-canto

Nell’ambito delle celebrazioni a ricordo della consacrazione dell’Ab-bazia di Chiaravalle a Milano, Sabato 27 marzo 2021, si è tenuta la Conferen-za – concerto della Prof.ssa Susanna Castelli, maestra di coro dal titolo: “I canti della liturgia delle ore”.

La Conferenza-concerto presenta la storia del canto dei monaci cistercensi, nato nel contesto della chiesa ambrosiana.
Si ascoltano letture del vescovo Ambrogio e dei Dottori coevi Bernardo, Padre fondatore dell’Abbazia di Chiaravalle e santa Ildegarda che in terra renana ha svolto un’opera analoga a quella di Bernardo, fondando Abbazie.
Si sentirà risuonare le pietre dell’Abbazia con un canto che ancora oggi giunge a noi ricco di Spirito e Vita.

L’evento si colloca nel programma Cogita et Labora dell’Abbazia di Chiaravalle, inserito nel palinsensto di eventi dell’ottocentenario della consacrazione della Chiesa di Chiaravalle (1221-2021, 800 anni dalla consacrazione della chiesa abbaziale). Il progetto è promosso da Comunità Monastica di Chiaravalle, Koinè Coop Soc Onlus, Parco Agricolo Sud Milano, Consorzio Tutela Grana Padano.

Il concerto è disponibile al Link: https://youtu.be/j1rHt7MylVQ

Continua a leggere

Come spiegare le nuove schede di valutazione ai genitori della scuola primaria

In primo piano

libro tosoneGiulio Tosone, Dare valore alal scuola. Una guida per capire il senso della valutazione nella scuola primaria, Gennaio 2021.

Dall’anno scolastico 2020/21 c’è una grossa novità nelle scuole primarie (quelle che una volta chiamavamo elementari). Nella valutazione intermedia (il pagellino) e in quella finale (la pagella) non compariranno più le medie dei voti di ogni materia, ma dei giudizi descrittivi.Cosa comporta questo cambiamento? Come si leggono questi nuovi giudizi? Come sfruttare questa novità per aiutare i bambini nel loro percorso di apprendimento? A queste e ad altre domande proveremo a rispondere in questo volume dedicato specialmente ai genitori (ma utile anche agli insegnanti).

Giulio Tosone
Pedagogista e formatore.
Ha cominciato a occuparsi di scuola nel 1999 collaborando al Corso di formazione per il conferimento della qualifica dirigenziale ai Capi di Istituto erogato dall’Università Cattolica su bando del Ministero della Pubblica Istruzione. Negli anni si è occupato di formazione e aggiornamento degli insegnanti principalmente nella scuola dell’infanzia e del primo ciclo.
Dal 2015 è conduttore di laboratorio nel corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Il libro è distribuito esclusivamente su Amazon. È disponibile sia in formato cartaceo sia in formato digitale (per Kindle)

Apprendere a leggere e scrivere. Come e perché.

In primo piano

Libro_adrianaAdriana Lafranconi, Apprendere a leggere e scrivere. Come e perché, Prefazione di Giuliana Sandrone, Edizioni Studium, Roma, 2020, pp. 300, ISBN 9788838248627, € 29,00.

Il compito di accompagnare le bambine e i bambini nell’apprendimento della lettura e della scrittura risulta centrale per la loro crescita umana personale, culturale e sociale. Per questo ha sempre costituito nella storia della scuola un aspetto decisivo e molto dibattuto perché tocca la realizzazione di uno dei suoi fini istituzionali. L’interesse di Adriana Lafranconi  su questo tema scaturisce dal fatto che i recenti esiti della ricerca secondo l’approccio dell’Evidence-Based Education (Vivanet Giuliano, Che cos’è l’Evidence Based Education, Ed. Carocci Faver, Firenze 2014, p. 130.)  e gli studi delle neuroscienze sull’apprendimento del leggere e delle scrivere, insieme alle problematiche relative ai Disturbi Specifici di Apprendimento e dei Bisogni Educativi Speciali, rischiano di riproporre la discussione in termini contrastivi, riaprendo questioni in ordine a quale sia il “metodo migliore” per insegnare a leggere e a scrivere ai bambini.
Per evitare ogni ritorno al periodo di “non dialogo”, condizionato anche da posizioni di carattere ideologico, l’Autrice intraprende un significativo cammino di approfondimento dei metodi presenti nel panorama didattico, ponendo alla base della sua ricerca il paradigma dell’integrazione. La tesi centrale si basa sulla convinzione che l’integrazione tra i metodi costituisca una soluzione per andare incontro alle diversità di personalità con cui si presentano i bambini e per dare valore alle pratiche didattiche dei docenti che nei contesti di apprendimento vanno oltre un ancoraggio dogmatico a un metodo.
La condizione fondamentale per avviarsi verso questo approccio si fonda sulla convinzione che la pedagogia ritorni ad occupare una posizione determinante e di traino nella riflessione e nell’assunzione di scelte responsabili da parte dei docenti. Infatti, come sottolinea puntualmente nella Prefazione Giuliana Sandrone, è proprio della riflessione pedagogica che, “permettendo un’intenzionale ed accorta integrazione fra diversi metodi, li colloca in una cornice antropologica consapevole, capace di dar ragioni delle scelte metodologiche più adatte per affrontare l’idiografica situazione frutto dell’esperienza e delle specificità che ciascun bambino porta con sé, nella sua irripetibile unicità.” Quindi il leitmotiv che attraversa tutto il libro è quello di creare continuità tra la centralità dell’esperienza, della realtà e della storia nei contesti scolastici reali e la natura delle scienze pedagogiche, alla ricerca di leggi previsionali che orientino nell’affrontare casi singoli. Continua a leggere

Biblioteche. Topolino ci spiega perché sono luoghi preziosi

In primo piano

TopolinoIl Sistema Bibliotecario di Milano ricorda che grandi e piccini hanno ancora tempo fino al 28 gennaio per leggere il racconto pubblicato su Topolino nel 1993 che ci ricorda perché le biblioteche sono luoghi preziosi e, soprattutto, perché i loro servizi devono rimanere gratuiti e disponibili per tutti.

In regalo per i nostri piccoli lettori un racconto pubblicato su Topolino nel 1993 che ci ricorda perché le biblioteche sono luoghi preziosi e, soprattutto, perché i loro servizi devono rimanere gratuiti e disponibili per tutti.
Parola di zio Paperone!

Grazie a Disney Enterprises Inc. per la gentile licenza alla pubblicazione.                             Il file resterà disponibile fino al 28 gennaio 2021

Arte per i bambini della scuola primaria

In primo piano

Kitedu900Il Museo del Novecento ha ideato due diverse iniziative dedicate ai bambini della scuola primaria per coinvolgerli non solo nella conoscenza, ma anche nel racconto in prima persona della storia dell’arte del Novecento.

La prima è Kit Edu900, un vero e proprio “kit digitale” che permette di scoprire il Museo del Novecento grazie a un video di 15 minuti, scaricabile liberamente dal sito www.museodelnovecento.org, che accompagna i bambini alla scoperta di dieci capolavori della collezione permanente. Guidato da una voce fuori campo e arricchito da piccole animazioni grafiche, il video ha l’obiettivo di illustrare i linguaggi dell’arte con una narrazione a misura di bambino, ed è accompagnato da una proposta di gioco/laboratorio di gruppo o individuale da svolgere in aula o a casa, ispirata a una delle opere raccontate nel video: “Il libro cancellato” di Emilio Isgrò. Kit Edu900 è completato da materiali di approfondimento sul Museo e sulle opere, dedicati sia agli insegnanti come strumento per la didattica in aula, sia alle famiglie, come momento di condivisione di un’esperienza con i bambini.
Continua a leggere

La fede in dialogo

In primo piano

FedepiccolaLouis Roy, OP, La fede in dialogo, Edizioni Ecogeses, Roma, 2020, ISBN 9788894383256, €. 18,00.

In questi giorni è uscito il libro La Fede in dialogo di Padre Louis Roy, membro dell’Ordine Domenicano, attualmente professore di Teologia al Collège Universitaire Dominicain d’Ottawa. Il testo è la traduzione dell’edizione francese de “La foi en dialogue” edito da Novalis, Université Saint-Paul, Ottawa, 2006.

La Prefazione all’edizione italiana è stata curata da Saverio De Lorenzo, medico-chirurgo, Direttore dell’Ufficio di Pastorale Sanitaria della Diocesi di Perugia, nel 1993 con altri professionisti e per iniziativa di un padre domenicano (Thierry Haënni op) ha dato vita all’Istituto per la Promozione delle Scienze Umane (IPSU) che fin dal suo sorgere ha incontrato il pensiero di B.Lonergan.

La pubblicazione è arricchita dalla Postfazione di Padre Salvatore Currò, della Congregazione dei Padri Giuseppini del Murialdo e componente del Consiglio Generale. Docente alla Facoltà di Teologia (Istituto di Pastorale) dell’Università Pontificia Salesiana di Roma, della Congregazione dei Padri Giuseppini del Murialdo e componente del Consiglio Generale; è stato Assistente Nazionale dell’Associazione Italiana Maestri Cattolici e dell’Unione Italiana Insegnato Medi.

Continua a leggere

Dad… Parliamone!

In primo piano

copertinaAssociazione Italiana Maestri Cattolici – Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Trentino Alto Adige, Veneto

DaD… Parliamone! Focus Group di approfondimento sulla Didattica a Distanza

Edizioni Ecogeses, Roma 2020, p.156, ISBN 9788894383249 – € 12,00

 

Nel libro, appena pubblicato da Ecogeses, sono raccolti gli esiti dei Focus Group sul tema della Didattica a Distanza nel periodo del lockdown organizzati dall’Associazione Italiana Maestri Cattolici delle regioni del nord Italia, ai quali hanno partecipato 134 docenti tra insegnanti della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I grado, suddivisi in sei moduli organizzativi: due per la scuola dell’infanzia, tre per la primaria e uno per la secondaria di I grado, condotti da Formatori AIMC.

Le tematiche affrontate nei tre incontri per ciascun modulo sono state: La didattica digitale e la didattica a distanza; La progettazione e la valutazione al tempo del Coronavirus; Scuola e famiglia al tempo del coronavirus. Esse offrono una approfondita riflessione sulle dinamiche vissute nella scuola sul piano professionale e nella relazione tra docenti, alunni e genitori.

L’introduzione al testo è curata dal Prof. Pierpaolo Triani, Docente di Pedagogia generale e della comunicazione educativa, Università Cattolica di Piacenza – Cremona. Inoltre hanno curato il testo: Bianca Testone, dirigente scolastico; Italo Bassotto Ispettore tecnico, Sonia Claris, dirigente scolastico.

Per ricevere il Libro occorre scrivere alla Cooperativa Ecogeses utilizzando la mail ecogeses@pec.it (è una pec aperta e riceve da tutti gli account) aggiungendo alla richiesta i seguenti dati per la fatturazione: nome e cognome, indirizzo, Codice Fiscale.
Il libro verrà spedito per posta e arriverà nell’arco di 4/5 giorni dalla data di spedizione. È possibile fare ordini cumulativi.

I nostri libri sono anche distribuiti online da:
LaFeltrinelli –  https://www.lafeltrinelli.it/
Libreria IBS – https://www.ibs.it/

Il traguardo della competenza. Narrazione di un’esperienza professionale

In primo piano

copertina putignanoAIMC di Putignano – Angela G. Landi (a cura di), Il traguardo della competenza. Narrazione di un’esperienza professionale, Edizioni ECOGESES, Collana “Profumo di gesso“, Roma 2020, pp. 220, €. 18.00 – Introduzione della Prof.ssa Angela Chionna.

Perché un percorso formativo sul tema delle competenze?
La risposta potrebbe essere che, nel contesto storico attuale, la strada dell’innovazione passa attraverso questa idea.
Il cammino progettuale è partito dalla narrazione delle pratiche dei docenti, cercando di cogliere in esse elementi che potessero a pieno titolo essere inseriti in un discorso di didattica per competenze.
Continua a leggere

Il discernimento come problema formativo

In primo piano

discernimentoLucio Guasti, Il discernimento come problema formativo, Ed.Youcanprint, Lecce, 2019, pp. 156.ISBN 9788831620932

Al giorno d’oggi L’attitudine al discernimento è diventata particolarmente necessaria“, così si esprime Papa Francesco dell’Esortazione apostolica “Gaudete et Exultate”. Il Papa evidenzia una preoccupazione che riguarda non solo il mondo cattolico, ma tutti gli uomini; la nostra società infatti si è scoperta complessa culturalmente e debole nel giudizio. Diventa pertanto necessario assumere un comportamento della ragione particolarmente attento al come ci si deve muovere per potere affrontare positivamente i problemi, questo al fine di cogliere al loro interno quel bene e quel vero che sono presenti nella realtà quotidiana.
Il libro si occupa quindi del discernimento adottando uno schema di ricerca suddiviso in tre momenti: il primo riguarda l’analisi dell’oggetto in dialogo con un interessamente libro, da poco edito, che ha l’intento di cogliere gli elementi che ne definiscono il campo; il secondo concerne un gruppo di reazioni soggettive che l’autore ha immediatamente avuto all’approccio al contenuto; il terzo, infine, presenta l’articolato contributo di diversi autori che mostra quanto il campo in questione abbia ancora bisogno di esperienze e di approfondimenti.

Dai saperi essenziali alle competenze

In primo piano

copertina CompetenzeDe Maria Michele, Dai saperi essenziali alle competenze, Edizioni Ecogeses, Roma, 2019, pp. 167, €. 16,00

Il libro di Michele De Maria presenta una sintesi ragionata di una serie di incontri di formazione, tenuti in diverse scuole, durante l’evolvere delle stagioni di riforme scolastiche, attivate dai diversi Ministri della pubblica istruzione, che si sono avvicendati nel periodo dal 1999 al 2019.
Il testo riserva particolare attenzione alle motivazioni filosofiche della nuova didattica che vuole privilegiare la formazione mentale e intellettuale dei discenti, orientata all’apprendere ad apprendere e alla costruzione delle competenze come premessa per essere costruttori, essi medesimi, di conoscenza.
Nella seconda parte, in dimensione di massima concretezza, si è voluto dare ai docenti in particolare una serie di suggerimenti operativi per l’elaborazione della relativa progettualità educativo-didattica.

Continua a leggere

Didattica della Matematica

In primo piano

CopertinaAnnamaria Cappelletti, “Didattica della matematica. Come promuovere un apprendimento consapevole“, Ed. ECOGESES, Roma, 2019, pp. 279, €. 25,00.

Il libro, pubblicato in questo mese di aprile e presentato dall’autrice al Buk Festival 2019 di Modena, propone rinnovate ragioni per confermare il valore della matematica e del suo insegnamento come paradigma di un processo di apprendimento significativo e consapevole.

Dopo una parte introduttiva che indaga sui significati della didattica della matematica, il libro presenta l’esperienza didattica di molti anni di insegnamento dell’autrice, suddivisa in tre parti rispettivamente dedicate: all’Aritmetica, alla Geometria e ad itinerari operativi in ordini ad alcune conoscenze di aritmetica elementare. Il testo presenta anche un’amplia bibliografia su alcuni autori di rilievo Z.P. Dienes, B. D’Amore, E. Castelnuovo, G. Brousseau.

Il libro, la cui introduzione è stata curata da Italo Bassotto, risulta così un valido strumento per ripercorrere le tappe più significative dell’insegnanmento della matematica nei nuclei fondamentali dei numeri, dello spazio e figure con attezione alla storia della matematica e con uno sguardo interculturale offredo spunti e proposte didattiche concrete da sviluppare in classe supportate da valide basi teoriche e operative.

Interssante è la descrizione che Annamaria Cappelletti offre dell’immagine di copertina: “L’immagine riproduce un monumento situato di fronte all’ingresso del Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Boston ed è stata fotografata nel luglio 2012 in occasione della nostra presenza in quella città per incontrare docenti e ricercatori che, come noi,
studiano il metodo Lonergan.
È stata scelta come copertina del testo perché bene ne rappresenta l’intento e le finalità: l’involucro di metallo è formato da notazioni numeriche, da simboli matematici, da formule; è cavo e permette ai bambini di entrare all’interno per arrampicarsi, sedersi, procedere di nuovo verso altre direzioni. Dall’interno di questa struttura guardano il mondo esterno;
dall’esterno possono guardare dentro o addirittura tuffarsi in quel groviglio
di simboli.
Anche la matematica, come quel monumento, può sembrare una struttura rigida così strutturata da resistere o addirittura respingere chi le si avvicini; ma, come a quei bambini, permette a chi osa avvicinarla o addirittura ci s’infila dentro di godere di prospettive di conoscenza inaspettate”.

In Appendice è riportato di G. Biraghi “Auto-appropriazione, ricerca e azione. La valenza pratica del metodo lonerganiano per un rinnovamento culturale e pastorale” a cui l’autrice fa  riferimento.

Il testo può essere richiesto direttamente alla Cooperativa ECOGESES con lo sconto del 20% all’indirizzo: ecogeses@pec.it (riceve da tutti gli account), oppure on line da: https://www.lafeltrinelli.it/https://www.libreriauniversitaria.it/https://www.ibs.it/

Conoscenza e azioni dell’intelletto. La conversione intellettuale nel primo Lonergan

In primo piano

Copertina foto1Richard M. Liddy, Conoscenza e azioni dell’intelletto. La conversione intellettuale nel primo Lonergan, Edizioni ECOGESES, Roma, pp. 359.

A dieci anni dal primo incontro tra l’Associazione Italiana Maestri Cattolici e Richard M. Liddy al Seminario Nazionale di Abano Terme nel 2008 dove, per la prima volta in Italia, grazie anche alla sollecitazione del Prof. Lucio Guasti dell’Università Cattolica di Piacenza, è stato presentato ai docenti il pensiero di Bernard J. F. Lonergan, viene pubblicata la traduzione del libro “La Luce che trasforma. La conversione intellettuale nel primo Lonergan”.
Il libro si propone di rispondere alla domanda “Che cos’è la conversione intellettuale?”, ripercorrendo il cammino della formazione del pensiero di Lonergan, gesuita canadese, uno dei pensatori cattolici più significativi del ‘900. L’autore invita i lettori a farsi soggetti attivi nella ricerca della personale conversione intellettuale per andare oltre. È così un invito di riflessione rivolto sia agli studiosi del pensiero lonerganiano, sia a chi vive professionalmente la formazione delle giovani generazioni per assumere uno sguardo nuovo verso la consapevolezza dei processi del personale comprendere. Il Prof. Pierpaolo Triani nella Prefazione sottolinea che “il volume si presenta come un’indagine Continua a leggere

… Ci racconti una storia?

Concorso1L’Ente Cooperativo Gestione Servizi Educativi e Scolastici s.c.r.l. (E.Co.Ge.S.E.S.) in collaborazione con l’Associazione Italiana Maestri Cattolici (A.I.M.C.) indice il Concorso letterario

“… CI RACCONTI UNA STORIA?”

                                                      rivolto ai docenti per selezionare opere di narrativa destinati agli alunni.
Il Concorso ha lo scopo di valorizzare il genere narrativo come modalità di formazione e di relazione nei processi di crescita umana e culturale delle giovani generazioni in ambito scolastico. Il Concorso vuole valorizzare il talento di tanti docenti, che si concretizza all’interno della scuola italiana nelle dinamiche di insegnamento-apprendimento, dando vita a nuove e creative “perle” di letteratura per l’infanzia.
Pertanto, invitiamo a partecipare tutti i docenti di ogni ordine e grado di scuola, in quiescenza, e, soprattutto, coloro che amano rivolgersi ai propri alunni e studenti leggendo e raccontando storie, per far crescere la sensibilità del loro animo nell’incontrare i coetanei, nel vivere con responsabilità e fraternità le relazioni sociali e nell’abitare la terra con rispetto per la salvaguardia della natura e dell’ambiente.
In allegato, il Regolamento del Concorso e il Modulo di partecipazione.
I lavori dovranno essere inviati in email a ecogeses@pec.it entro il 30 aprile 2022. Per informazioni scrivere a cooperativaecogeses@gmail.com

Regolamento del concorsoModulo di partecipazione

Ucraina: appello dell’arcivescovo maggiore Shevchuk, “che il dialogo e la diplomazia vincano sulla guerra!

SIR Agenzia di informazione

“Che il dialogo e la diplomazia vincano sulla guerra!”. È l’appello lanciato da Sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk, capo della Chiesa greco-cattolica ucraina, dalla città di Kiev nella quinta giornata della guerra in Ucraina e diffuso a poche ore dai colloqui al confine ucraino-bielorusso tra le delegazioni di Kiev e Mosca. “Vorrei ringraziare tutti coloro che hanno espresso il desiderio di aiutare l’Ucraina e che organizzano aiuti di ogni genere”, dice l’arcivescovo. “Oggi, in particolare, mi appello a voi: facciamo di tutto per fermare questa aggressione, per fermare la guerra. Anche quando questo sembra impossibile, anche quando i diplomatici, i giuristi e i capi di Stato dicono che questo è molto difficile, preghiamo affinché Dio della pace ci dia la saggezza per fermare l’aggressione con il dialogo. Perché sappiamo che la diplomazia e il dialogo sono l’alternativa alla guerra. E che sempre, alla fine della guerra, bisogna sedersi al tavolo delle trattative”. “Siamo al quinto giorno della guerra sanguinosa, disumana e crudele”, dice Sua Beatitudine. “Abbiamo anche visto le atrocità e il volto disumano di coloro che ci uccidono”. Facendo quindi riferimento alle azioni dell’esercito russo, l’arcivescovo Shevchuk denuncia chi mette “bambini e donne sui carri armati per farne lo scudo umano, per portare morte e distruzione nel cuore, all’interno dell’Ucraina”, e aggiunge: “Ma noi resistiamo. Resistiamo in preghiera”. Per il nostro esercito. Per la nostra Patria. Per il nostro paziente, ma sofferente popolo ucraino di cui, secondo l’Onu, oggi abbiamo quasi quattrocentomila profughi. In meno di cinque giorni. Ma noi resistiamo. Resistiamo in preghiera”. Sua Beatitudine esprime di nuovo gratitudine al Santo Padre, che ieri, dal Palazzo Apostolico, ha nuovamente e con fermezza condannato la guerra in Ucraina. “Ha condannato fermamente coloro che, iniziando una guerra contro altre nazioni, stanno combattendo contro il proprio popolo. Sono grato al Santo Padre per il suo sostegno, la sua preghiera per noi e per il suo desiderio di fare il possibile per fermare questa guerra”.

Appello per la pace e per fermare la guerra

La situazione in Ucraina è sempre più drammatica e vicina alla catastrofe umanitaria. Anche la nostra Cooperativa chiede di fermare l’uso delle armi e invita al dialogo per assicurare la pace e la sicurezza delle popolazioni Ucraina e Russa da ogni violenza e prepotenza. Siamo vicini al popolo Ucraino, alle loro sofferenze e sosteniamo la difesa della loro integrità territoriale e della scelta di appartenere all’Europa.

Pubblichiamo l’appello degli INSEGNANTI RUSSI
Appello degli insegnanti russi sugli eventi in Ucraina

«Qualsiasi guerra significa perdita di vite umane e distruzione. Comporta inevitabilmente massicce violazioni dei diritti umani. La guerra è un catastrofe.

La guerra con l’Ucraina, iniziata la notte tra il 23 e il 24 febbraio, non è la nostra guerra. L’invasione del territorio ucraino è iniziata per conto dei cittadini russi, ma contro la nostra volontà.

Siamo insegnanti, e la violenza va contro l’essenza stessa della nostra professione. I nostri studenti moriranno nell’inferno della guerra, la quale aggraverà inevitabilmente i problemi sociali del nostro paese. Sosteniamo le proteste contro la guerra e chiediamo l’immediato cessate il fuoco.»

Share