Il traguardo della competenze. Formazione e professionalità

In primo piano

     copertina putignano logo1

 

 

La Cooperativa Ecogeses con l’AIMC Emilia Romagna e l’AIMC di Modena nell’ambito del Buk Festival della piccola e media editoria SABATO, 19 giugno 2021, alle ore 14.30, dalla sede del LABORATORIO APERTO in Viale Buon Pastore, 43 – Modena, IN PRESENZA

PRESENTA IL LIBRO

                                dell’AIMC di Putignano – Angela G. Landi (a cura di)                                 IL TRAGUARDO DELLA COMPETENZA.
                                    Narrazione di una esperienza professionale                                      Collana “Profumo di gesso” — Edizioni Ecogeses

Nella Tavola rotonda intervengono:

Maria Florenzio,
Insegnante, I.C. “De Gasperi-Stefano da Putignano” , AIMC Putignano
Bianca Testone,
Dirigente scolastico, Formatrice AIMC
Graziano Biraghi
Cooperativa Ecogeses

La partecipazione in presenza è limitata e occorre iscriversi inviando la richiesta a: cooperativaecogeses@gmail.com

Diretta Streaming sul canale YouTube: https://youtu.be/VtylKBuOHvs

CANTI GREGORIANI dall’Abbazia di Chiaravalle, secondo appuntamento

In primo piano

Chiaravalle1221 – 2021, 800 anni di pietre in canto

Nell’ambito delle celebrazioni a ricordo della consacrazione dell’Ab-bazia di Chiaravalle a Milano, Sabato 17 aprile 2021, si è tenuta la seconda Conferenza – concerto della Prof.ssa Susanna Castelli, maestra di coro dal titolo: “Esperienze di canti gregoriani dal coro dell’Abbazia di Chiaravalle”.

Il concerto è disponibile al Link: https://youtu.be/VKpdQnTkEyw

L’evento è inserito nel programma Cogita et Labora dell’Abbazia di Chiaravalle, tra eventi dell’ottocentenario della consacrazione della Chiesa di Chiaravalle (“1221-2021, 800 anni dalla consacrazione della chiesa abbaziale”)
Progetto promosso da Comunità Monastica di Chiaravalle, Koinè Cooperativa Sociale Onlus, Parco Agricolo Sud Milano, Consorzio Tutela Grana Padano, Municipio 5 – Comune di Milano. In collaborazione con ass. Culturale Duecentesca sezioni di Chiaravalle e di Vignate.

Canti gregoriani nell’Abbazia di Chiaravalle di Milano

In primo piano

Chiaravalle1221 – 2021, 800 anni di pietre in-canto

Nell’ambito delle celebrazioni a ricordo della consacrazione dell’Ab-bazia di Chiaravalle a Milano, Sabato 27 marzo 2021, si è tenuta la Conferen-za – concerto della Prof.ssa Susanna Castelli, maestra di coro dal titolo: “I canti della liturgia delle ore”.

La Conferenza-concerto presenta la storia del canto dei monaci cistercensi, nato nel contesto della chiesa ambrosiana.
Si ascoltano letture del vescovo Ambrogio e dei Dottori coevi Bernardo, Padre fondatore dell’Abbazia di Chiaravalle e santa Ildegarda che in terra renana ha svolto un’opera analoga a quella di Bernardo, fondando Abbazie.
Si sentirà risuonare le pietre dell’Abbazia con un canto che ancora oggi giunge a noi ricco di Spirito e Vita.

L’evento si colloca nel programma Cogita et Labora dell’Abbazia di Chiaravalle, inserito nel palinsensto di eventi dell’ottocentenario della consacrazione della Chiesa di Chiaravalle (1221-2021, 800 anni dalla consacrazione della chiesa abbaziale). Il progetto è promosso da Comunità Monastica di Chiaravalle, Koinè Coop Soc Onlus, Parco Agricolo Sud Milano, Consorzio Tutela Grana Padano.

Il concerto è disponibile al Link: https://youtu.be/j1rHt7MylVQ

Continua a leggere

Come spiegare le nuove schede di valutazione ai genitori della scuola primaria

In primo piano

libro tosoneGiulio Tosone, Dare valore alal scuola. Una guida per capire il senso della valutazione nella scuola primaria, Gennaio 2021.

Dall’anno scolastico 2020/21 c’è una grossa novità nelle scuole primarie (quelle che una volta chiamavamo elementari). Nella valutazione intermedia (il pagellino) e in quella finale (la pagella) non compariranno più le medie dei voti di ogni materia, ma dei giudizi descrittivi.Cosa comporta questo cambiamento? Come si leggono questi nuovi giudizi? Come sfruttare questa novità per aiutare i bambini nel loro percorso di apprendimento? A queste e ad altre domande proveremo a rispondere in questo volume dedicato specialmente ai genitori (ma utile anche agli insegnanti).

Giulio Tosone
Pedagogista e formatore.
Ha cominciato a occuparsi di scuola nel 1999 collaborando al Corso di formazione per il conferimento della qualifica dirigenziale ai Capi di Istituto erogato dall’Università Cattolica su bando del Ministero della Pubblica Istruzione. Negli anni si è occupato di formazione e aggiornamento degli insegnanti principalmente nella scuola dell’infanzia e del primo ciclo.
Dal 2015 è conduttore di laboratorio nel corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Il libro è distribuito esclusivamente su Amazon. È disponibile sia in formato cartaceo sia in formato digitale (per Kindle)

Apprendere a leggere e scrivere. Come e perché.

In primo piano

Libro_adrianaAdriana Lafranconi, Apprendere a leggere e scrivere. Come e perché, Prefazione di Giuliana Sandrone, Edizioni Studium, Roma, 2020, pp. 300, ISBN 9788838248627, € 29,00.

Il compito di accompagnare le bambine e i bambini nell’apprendimento della lettura e della scrittura risulta centrale per la loro crescita umana personale, culturale e sociale. Per questo ha sempre costituito nella storia della scuola un aspetto decisivo e molto dibattuto perché tocca la realizzazione di uno dei suoi fini istituzionali. L’interesse di Adriana Lafranconi  su questo tema scaturisce dal fatto che i recenti esiti della ricerca secondo l’approccio dell’Evidence-Based Education (Vivanet Giuliano, Che cos’è l’Evidence Based Education, Ed. Carocci Faver, Firenze 2014, p. 130.)  e gli studi delle neuroscienze sull’apprendimento del leggere e delle scrivere, insieme alle problematiche relative ai Disturbi Specifici di Apprendimento e dei Bisogni Educativi Speciali, rischiano di riproporre la discussione in termini contrastivi, riaprendo questioni in ordine a quale sia il “metodo migliore” per insegnare a leggere e a scrivere ai bambini.
Per evitare ogni ritorno al periodo di “non dialogo”, condizionato anche da posizioni di carattere ideologico, l’Autrice intraprende un significativo cammino di approfondimento dei metodi presenti nel panorama didattico, ponendo alla base della sua ricerca il paradigma dell’integrazione. La tesi centrale si basa sulla convinzione che l’integrazione tra i metodi costituisca una soluzione per andare incontro alle diversità di personalità con cui si presentano i bambini e per dare valore alle pratiche didattiche dei docenti che nei contesti di apprendimento vanno oltre un ancoraggio dogmatico a un metodo.
La condizione fondamentale per avviarsi verso questo approccio si fonda sulla convinzione che la pedagogia ritorni ad occupare una posizione determinante e di traino nella riflessione e nell’assunzione di scelte responsabili da parte dei docenti. Infatti, come sottolinea puntualmente nella Prefazione Giuliana Sandrone, è proprio della riflessione pedagogica che, “permettendo un’intenzionale ed accorta integrazione fra diversi metodi, li colloca in una cornice antropologica consapevole, capace di dar ragioni delle scelte metodologiche più adatte per affrontare l’idiografica situazione frutto dell’esperienza e delle specificità che ciascun bambino porta con sé, nella sua irripetibile unicità.” Quindi il leitmotiv che attraversa tutto il libro è quello di creare continuità tra la centralità dell’esperienza, della realtà e della storia nei contesti scolastici reali e la natura delle scienze pedagogiche, alla ricerca di leggi previsionali che orientino nell’affrontare casi singoli. Continua a leggere

Biblioteche. Topolino ci spiega perché sono luoghi preziosi

In primo piano

TopolinoIl Sistema Bibliotecario di Milano ricorda che grandi e piccini hanno ancora tempo fino al 28 gennaio per leggere il racconto pubblicato su Topolino nel 1993 che ci ricorda perché le biblioteche sono luoghi preziosi e, soprattutto, perché i loro servizi devono rimanere gratuiti e disponibili per tutti.

In regalo per i nostri piccoli lettori un racconto pubblicato su Topolino nel 1993 che ci ricorda perché le biblioteche sono luoghi preziosi e, soprattutto, perché i loro servizi devono rimanere gratuiti e disponibili per tutti.
Parola di zio Paperone!

Grazie a Disney Enterprises Inc. per la gentile licenza alla pubblicazione.                             Il file resterà disponibile fino al 28 gennaio 2021

Arte per i bambini della scuola primaria

In primo piano

Kitedu900Il Museo del Novecento ha ideato due diverse iniziative dedicate ai bambini della scuola primaria per coinvolgerli non solo nella conoscenza, ma anche nel racconto in prima persona della storia dell’arte del Novecento.

La prima è Kit Edu900, un vero e proprio “kit digitale” che permette di scoprire il Museo del Novecento grazie a un video di 15 minuti, scaricabile liberamente dal sito www.museodelnovecento.org, che accompagna i bambini alla scoperta di dieci capolavori della collezione permanente. Guidato da una voce fuori campo e arricchito da piccole animazioni grafiche, il video ha l’obiettivo di illustrare i linguaggi dell’arte con una narrazione a misura di bambino, ed è accompagnato da una proposta di gioco/laboratorio di gruppo o individuale da svolgere in aula o a casa, ispirata a una delle opere raccontate nel video: “Il libro cancellato” di Emilio Isgrò. Kit Edu900 è completato da materiali di approfondimento sul Museo e sulle opere, dedicati sia agli insegnanti come strumento per la didattica in aula, sia alle famiglie, come momento di condivisione di un’esperienza con i bambini.
Continua a leggere

La fede in dialogo

In primo piano

FedepiccolaLouis Roy, OP, La fede in dialogo, Edizioni Ecogeses, Roma, 2020, ISBN 9788894383256, €. 18,00.

In questi giorni è uscito il libro La Fede in dialogo di Padre Louis Roy, membro dell’Ordine Domenicano, attualmente professore di Teologia al Collège Universitaire Dominicain d’Ottawa. Il testo è la traduzione dell’edizione francese de “La foi en dialogue” edito da Novalis, Université Saint-Paul, Ottawa, 2006.

La Prefazione all’edizione italiana è stata curata da Saverio De Lorenzo, medico-chirurgo, Direttore dell’Ufficio di Pastorale Sanitaria della Diocesi di Perugia, nel 1993 con altri professionisti e per iniziativa di un padre domenicano (Thierry Haënni op) ha dato vita all’Istituto per la Promozione delle Scienze Umane (IPSU) che fin dal suo sorgere ha incontrato il pensiero di B.Lonergan.

La pubblicazione è arricchita dalla Postfazione di Padre Salvatore Currò, della Congregazione dei Padri Giuseppini del Murialdo e componente del Consiglio Generale. Docente alla Facoltà di Teologia (Istituto di Pastorale) dell’Università Pontificia Salesiana di Roma, della Congregazione dei Padri Giuseppini del Murialdo e componente del Consiglio Generale; è stato Assistente Nazionale dell’Associazione Italiana Maestri Cattolici e dell’Unione Italiana Insegnato Medi.

Continua a leggere

Dad… Parliamone!

In primo piano

copertinaAssociazione Italiana Maestri Cattolici – Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Trentino Alto Adige, Veneto

DaD… Parliamone! Focus Group di approfondimento sulla Didattica a Distanza

Edizioni Ecogeses, Roma 2020, p.156, ISBN 9788894383249 – € 12,00

 

Nel libro, appena pubblicato da Ecogeses, sono raccolti gli esiti dei Focus Group sul tema della Didattica a Distanza nel periodo del lockdown organizzati dall’Associazione Italiana Maestri Cattolici delle regioni del nord Italia, ai quali hanno partecipato 134 docenti tra insegnanti della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I grado, suddivisi in sei moduli organizzativi: due per la scuola dell’infanzia, tre per la primaria e uno per la secondaria di I grado, condotti da Formatori AIMC.

Le tematiche affrontate nei tre incontri per ciascun modulo sono state: La didattica digitale e la didattica a distanza; La progettazione e la valutazione al tempo del Coronavirus; Scuola e famiglia al tempo del coronavirus. Esse offrono una approfondita riflessione sulle dinamiche vissute nella scuola sul piano professionale e nella relazione tra docenti, alunni e genitori.

L’introduzione al testo è curata dal Prof. Pierpaolo Triani, Docente di Pedagogia generale e della comunicazione educativa, Università Cattolica di Piacenza – Cremona. Inoltre hanno curato il testo: Bianca Testone, dirigente scolastico; Italo Bassotto Ispettore tecnico, Sonia Claris, dirigente scolastico.

Per ricevere il Libro occorre scrivere alla Cooperativa Ecogeses utilizzando la mail ecogeses@pec.it (è una pec aperta e riceve da tutti gli account) aggiungendo alla richiesta i seguenti dati per la fatturazione: nome e cognome, indirizzo, Codice Fiscale.
Il libro verrà spedito per posta e arriverà nell’arco di 4/5 giorni dalla data di spedizione. È possibile fare ordini cumulativi.

I nostri libri sono anche distribuiti online da:
LaFeltrinelli –  https://www.lafeltrinelli.it/
Libreria IBS – https://www.ibs.it/

Il traguardo della competenza. Narrazione di un’esperienza professionale

In primo piano

copertina putignanoAIMC di Putignano – Angela G. Landi (a cura di), Il traguardo della competenza. Narrazione di un’esperienza professionale, Edizioni ECOGESES, Collana “Profumo di gesso“, Roma 2020, pp. 220, €. 18.00 – Introduzione della Prof.ssa Angela Chionna.

Perché un percorso formativo sul tema delle competenze?
La risposta potrebbe essere che, nel contesto storico attuale, la strada dell’innovazione passa attraverso questa idea.
Il cammino progettuale è partito dalla narrazione delle pratiche dei docenti, cercando di cogliere in esse elementi che potessero a pieno titolo essere inseriti in un discorso di didattica per competenze.
Continua a leggere

Il discernimento come problema formativo

In primo piano

discernimentoLucio Guasti, Il discernimento come problema formativo, Ed.Youcanprint, Lecce, 2019, pp. 156.ISBN 9788831620932

Al giorno d’oggi L’attitudine al discernimento è diventata particolarmente necessaria“, così si esprime Papa Francesco dell’Esortazione apostolica “Gaudete et Exultate”. Il Papa evidenzia una preoccupazione che riguarda non solo il mondo cattolico, ma tutti gli uomini; la nostra società infatti si è scoperta complessa culturalmente e debole nel giudizio. Diventa pertanto necessario assumere un comportamento della ragione particolarmente attento al come ci si deve muovere per potere affrontare positivamente i problemi, questo al fine di cogliere al loro interno quel bene e quel vero che sono presenti nella realtà quotidiana.
Il libro si occupa quindi del discernimento adottando uno schema di ricerca suddiviso in tre momenti: il primo riguarda l’analisi dell’oggetto in dialogo con un interessamente libro, da poco edito, che ha l’intento di cogliere gli elementi che ne definiscono il campo; il secondo concerne un gruppo di reazioni soggettive che l’autore ha immediatamente avuto all’approccio al contenuto; il terzo, infine, presenta l’articolato contributo di diversi autori che mostra quanto il campo in questione abbia ancora bisogno di esperienze e di approfondimenti.

Dai saperi essenziali alle competenze

In primo piano

copertina CompetenzeDe Maria Michele, Dai saperi essenziali alle competenze, Edizioni Ecogeses, Roma, 2019, pp. 167, €. 16,00

Il libro di Michele De Maria presenta una sintesi ragionata di una serie di incontri di formazione, tenuti in diverse scuole, durante l’evolvere delle stagioni di riforme scolastiche, attivate dai diversi Ministri della pubblica istruzione, che si sono avvicendati nel periodo dal 1999 al 2019.
Il testo riserva particolare attenzione alle motivazioni filosofiche della nuova didattica che vuole privilegiare la formazione mentale e intellettuale dei discenti, orientata all’apprendere ad apprendere e alla costruzione delle competenze come premessa per essere costruttori, essi medesimi, di conoscenza.
Nella seconda parte, in dimensione di massima concretezza, si è voluto dare ai docenti in particolare una serie di suggerimenti operativi per l’elaborazione della relativa progettualità educativo-didattica.

Continua a leggere

Didattica della Matematica

In primo piano

CopertinaAnnamaria Cappelletti, “Didattica della matematica. Come promuovere un apprendimento consapevole“, Ed. ECOGESES, Roma, 2019, pp. 279, €. 25,00.

Il libro, pubblicato in questo mese di aprile e presentato dall’autrice al Buk Festival 2019 di Modena, propone rinnovate ragioni per confermare il valore della matematica e del suo insegnamento come paradigma di un processo di apprendimento significativo e consapevole.

Dopo una parte introduttiva che indaga sui significati della didattica della matematica, il libro presenta l’esperienza didattica di molti anni di insegnamento dell’autrice, suddivisa in tre parti rispettivamente dedicate: all’Aritmetica, alla Geometria e ad itinerari operativi in ordini ad alcune conoscenze di aritmetica elementare. Il testo presenta anche un’amplia bibliografia su alcuni autori di rilievo Z.P. Dienes, B. D’Amore, E. Castelnuovo, G. Brousseau.

Il libro, la cui introduzione è stata curata da Italo Bassotto, risulta così un valido strumento per ripercorrere le tappe più significative dell’insegnanmento della matematica nei nuclei fondamentali dei numeri, dello spazio e figure con attezione alla storia della matematica e con uno sguardo interculturale offredo spunti e proposte didattiche concrete da sviluppare in classe supportate da valide basi teoriche e operative.

Interssante è la descrizione che Annamaria Cappelletti offre dell’immagine di copertina: “L’immagine riproduce un monumento situato di fronte all’ingresso del Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Boston ed è stata fotografata nel luglio 2012 in occasione della nostra presenza in quella città per incontrare docenti e ricercatori che, come noi,
studiano il metodo Lonergan.
È stata scelta come copertina del testo perché bene ne rappresenta l’intento e le finalità: l’involucro di metallo è formato da notazioni numeriche, da simboli matematici, da formule; è cavo e permette ai bambini di entrare all’interno per arrampicarsi, sedersi, procedere di nuovo verso altre direzioni. Dall’interno di questa struttura guardano il mondo esterno;
dall’esterno possono guardare dentro o addirittura tuffarsi in quel groviglio
di simboli.
Anche la matematica, come quel monumento, può sembrare una struttura rigida così strutturata da resistere o addirittura respingere chi le si avvicini; ma, come a quei bambini, permette a chi osa avvicinarla o addirittura ci s’infila dentro di godere di prospettive di conoscenza inaspettate”.

In Appendice è riportato di G. Biraghi “Auto-appropriazione, ricerca e azione. La valenza pratica del metodo lonerganiano per un rinnovamento culturale e pastorale” a cui l’autrice fa  riferimento.

Il testo può essere richiesto direttamente alla Cooperativa ECOGESES con lo sconto del 20% all’indirizzo: ecogeses@pec.it (riceve da tutti gli account), oppure on line da: https://www.lafeltrinelli.it/https://www.libreriauniversitaria.it/https://www.ibs.it/

Conoscenza e azioni dell’intelletto. La conversione intellettuale nel primo Lonergan

In primo piano

Copertina foto1Richard M. Liddy, Conoscenza e azioni dell’intelletto. La conversione intellettuale nel primo Lonergan, Edizioni ECOGESES, Roma, pp. 359.

A dieci anni dal primo incontro tra l’Associazione Italiana Maestri Cattolici e Richard M. Liddy al Seminario Nazionale di Abano Terme nel 2008 dove, per la prima volta in Italia, grazie anche alla sollecitazione del Prof. Lucio Guasti dell’Università Cattolica di Piacenza, è stato presentato ai docenti il pensiero di Bernard J. F. Lonergan, viene pubblicata la traduzione del libro “La Luce che trasforma. La conversione intellettuale nel primo Lonergan”.
Il libro si propone di rispondere alla domanda “Che cos’è la conversione intellettuale?”, ripercorrendo il cammino della formazione del pensiero di Lonergan, gesuita canadese, uno dei pensatori cattolici più significativi del ‘900. L’autore invita i lettori a farsi soggetti attivi nella ricerca della personale conversione intellettuale per andare oltre. È così un invito di riflessione rivolto sia agli studiosi del pensiero lonerganiano, sia a chi vive professionalmente la formazione delle giovani generazioni per assumere uno sguardo nuovo verso la consapevolezza dei processi del personale comprendere. Il Prof. Pierpaolo Triani nella Prefazione sottolinea che “il volume si presenta come un’indagine Continua a leggere

Riflessione Pedagogiche sulla Frates Omnes

FratelliIl Consiglio Regionale dell’AIMC Piemonte, al termine del percorso di riflessione sulla Lettera Enciclica “Fratelli tutti” di Papa Francesco, invita alla riunione di questa sera VENERDI’ 4 GIUGNO 2021 alle ore 21.00

Guiderà l’incontro Padre GIUSEPPE ODDONE, Assistente Nazionale dell’AIMC.

Per accedere alla riunione clicca qui

Il percorso di approfondimento che avevamo deciso come Consiglio Regionale dell’AIMC Piemonte si conclude con questo incontro.
E’ stato un percorso di formazione che ha tenuto insieme aspetti personali, spirituali e
anche professionali (il nostro essere docenti cattolici !!)

Cliccando sul seguente link potete esprimere una valutazione su questa esperienza e fare proposte per il prossimo anno https://forms.gle/AerU44oA2yWv7kmB9

L’AIMC sei anche tu, con le tue idee, le tue esigenze, le tue competenze!!!

LES ENSEIGNANTS CATHOLIQUES DANS LES ÉCOLES DU MONDE. Formation, styles, compétences, relations.

Les enseignants

Lundi 17 mai 2021, à 17 h. (Rome)
Webinaire en français

Le monde évolue rapidement. La pandémie et les grands change-ments nous interpellent et nous interrogent, et parfois nous pertur-bent et nous désorientent .
Les enseignants catholiques travaillent dans de nombreuses écoles et universités (catholiques et laïques) du monde, dans des contextes différents, souvent même “périphériques”, conflictuels, hostiles ou peu favorables à leur présence.
Comment peuvent – ils témoigner, dans la communauté scolaire et dans l’ensei-gnement, en respectant les différents contextes et cultures, des valeurs qui animent leur être de personne et d’éducateur? Quels pourraient être les principaux aspects d’une “charte de l’enseignant catholique” ouverte sur l’avenir?
Nous en discuterons avec des experts de diverses régions du monde.

Introduction: Guy Bourdeaud’hui, Président UMEC – WUCT

Interventions par:
Pasquale Moliterni, Pedagogue , Professeur Université «Foro Italico» de Rome, Italie
Solene Tshilobo, Presidente ADEPESIDI, Lubumbashi, RD Congo
Elizabeth Boddens Hosang, Identity Advisor at St. Confessioneel Onderwijs Leiden, Pays Bas
Mario Sandoval, Sociologue, Université Los Lagos, Osorno, Chili

Conclusions: Msg. Vincent Dollmann, Archevêque de Cambrai, A.E. UMEC – WUCT
Modérateur: Giovanni Perrone, Secrétaire général de l’UMEC – WUCT

Lien pour l’inscription: https://forms.gle/1QBUuj8oiFuW5hFp9 SVP, inscriptions avant de le 15 mai.
Le lien de participation sera communiqué avant le début du webinaire.
Si vous ne pouvez pas y assister, veuillez en informer umec.wuct@gmail.com dès que possible.

Umec.wuct@gmail.comhttp://wuct-umec.blogspot.com

A scuola di educazione civica: pillole di cittadinanza

Educazione civicaL’Aimc delle Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Trentino, Veneto in collaborazione con la Cooperativa Ecogeses, organizzano il Seminario Interregionale

“A scuola di educazione civica: pillole di cittadinanza”   

SABATO 22 MAGGIO 2021, dalle ore 9.00 alle ore 13.00.

Il seminario è l’occasione per presentare gli esiti dei percorsi di formazione a cui hanno partecipato circa un centinaio di docenti della scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di I e II grado divisi in sei gruppi di lavoro.
Interverrà sul tema: ASPETTI DIDATTICI DELL’EDUCAZIONE CIVICA, Angelo Chiarle, docente scuola secondaria di II grado distaccato per la formazione presso USR Piemonte, sulla base degli esiti del percorso di formazione.

PER LE ISCRIZIONI COMPILARE IL MODULO AL LINK                                                  https://forms.gle/nK7Rkz9GxcVGcfU76                                                                        ENTRO  IL 20 MAGGIO.

L’incontro si svolgerà on line su piattaforma Cisco dell’Ecogeses.                                    Il link per il collegamento verrà inviato agli iscritti.

L’iniziativa sarà pubblicata anche su SOFIA.

Scarica il volantino del Seminario qui