L’ECOGESES AL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO

In primo piano

logoLa Cooperativa Ecogeses con i suoi libri sarà presente al Salone Internazionale del Libro di Torino 2024 presso lo Stand UELCI – Pad. Oval W05 dal 8 al 13 maggio 2024.

Domenica 12 maggio, alle ore 11.00, presso lo Spazio Agorà dello Stand UELCI – Pad. Oval W05 si terrà la presentazione della Collana “Storie proprio così” con la presenza di Angelo Petrosino, vincitore del Premio Campiello Junior, 2024 e della presidente dell’AIMC Piemonte Cludia Mossina.

Sara Gianotti, leggerà brani del libro “La fiaba triste” di Carlotta Frigerio e la lettera di Bin Romioa, il gatto del deserto, di Carla Barbara Coppi, con accompagnamento musicale di Manuel Victor

Pubblicità_Ok

BUK FESTIVAL DELLA PICCOLA E MEDIA EDITORIA 2024 A MODENA

In primo piano

FB-01-1024x1024La Cooperativa Ecogeses sarà presente al Buk Festival della piccola e media editoria a Modena il 4 e 5 maggio, nel Chiostro San Paolo in Via Fracesco Selmi 67.

Sabato 4 maggio 2024 alle ore 15.30 persso lo SPAZIO PORTICI
verrà presentata “La Fiaba triste” di Carlotta Frigerio Il raccontare storie ai bambini assume uno sguardo particolare se a farlo è un insegnante. La Fiaba Triste è un invito ad avere coraggio nell’aiutare gli altri. L’autrice Carlotta Frigerio dialoga con Graziano Biraghi.

Sarà l’occasione per presentare anche un’altra novità: Bin Romiao, il gatto del deserto di Carla Barbara Coppi un racconto che aiuta ad affrontare con entusiasmo le cose che ti stanno per capitare perché la vita è bella!

Sarà presentata anche la III Edizione del Cocncorso Letterario “… ci racconti una storia?” 2024.

VENITE A VISITARCI, TUTTI SIETE INVITATI.
Scarica programma: http://www.bukfestival.it/programma-buk-modena-2024/

Al via la III Edizione del Concorso Letterario “… ci racconti una storia?”

In primo piano

Concorso1Alla Fiera del libro per ragazzi di Bologna – BCBF2024, la Cooperativa Ecogeses ha presentato, insieme al Gruppo di Servizio per la Letteratura Giovanile, la III Edizione del Concorso letterario “… ci racconti una storia?” aperto agli insegnanti di scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I grado e II grado, dirigenti scolastici e dirigenti tecnici. Sono ammessi docenti in servizio a tempo indeterminato, o determinato, come anche docenti e dirigenti in quiescenza; agli educatori degli asili nido; agli educatori impegnati in attività di assistenza educativa ad alunni presso gli istituti scolastici.

Le opere possono essere redatte in forma di racconti, fiabe, favole (illustrati o no), inedite a tema libero in lingua italiana, mai pubblicate in cartaceo o online. Inoltre, le opere non devono: essere state presentate in altri concorsi; essere presentate in concorsi che si svolgono nel periodo dal 1 aprile 2024 alla proclamazione dei vincitori del presente concorso; essere state già premiate in altre manifestazioni.

La scadenza per la presentazione delle opere è prevista per il 20 agosto 2024

Lo scopo del Concorso è quello di valorizzare il genere narrativo come modalità di formazione e di relazione nei processi di crescita umana e culturale delle giovani generazioni in ambito scolastico. Racconti e storie invitano bambine e bambini, ragazze e ragazzi ad aprire il loro animo al mondo immaginario della parola che esorta all’ascolto, alla libertà di esplorare e conoscere il mondo, alla ricerca dei modi migliori per esprimere pensieri, sentimenti e valori che albergano dentro di sé. Non storie per insegnare, ma da leggere, raccontare, ascoltare insieme.

Il Concorso vuole valorizzare il talento di tanti docenti e dirigenti scolastici che nasce all’interno della scuola italiana nelle dinamiche di insegnamento-apprendimento, dando vita a nuove e creative “perle” di letteratura per l’infanzia.

Scarica il Regolamento e modulo di adesione qui

 

La Scuola Media compie 60 anni … e li dimostra

In primo piano

Scuola_MediaAA.VV:, La Scuola Media compie 60 anni … e li dimostra, Atti del Convegno interprovinciale promosso dal Laboratorio di pedagogia “Pietro Pasotti”, Edizioni Ecogeses, Roma 2024, p. 126, ISBN 9788894072792 – €. 10,00

Il volume raccoglie gli interventi di alcuni operatori scolastici (Professori, Dirigenti Scolastici, Dirigenti Tecnici) al Convegno “La scuola media unica compie 60 anni e… li dimostra”, organizzato dalla Associazione Laboratorio di Pedagogia Piero Pasotti di Mantova, in collaborazione con l’AIMC della provincia di Cremona, in occasione del 60mo anniversario della promulgazione della legge 31 dicembre 1962, n. 1859, che istituiva la Scuola Media Unica. Il titolo del Convegno (che è anche quello di questa raccolta di riflessioni) dimostra chiaramente la tesi che sorregge l’analisi istituzionale e pedagogica degli autori: la Scuola Media Unica è stata una grande innovazione nel sistema scolastico italiano (qualcuno sostiene: “l’unica” dal dopoguerra ad oggi!), ma la sua calcificazione amministrativa, organizzativa e didattica in questi 60 anni di vita (nonostante i timidi tentativi di revisione e adeguamento dei suoi ordinamenti, presi in esame nei vari saggi del testo) giustifica l’esito delle analisi socio-pedagogiche della Fondazione Agnelli (2011 e 2021) che definisce questo segmento scolastico “l’anello debole del sistema”.

Le Edizioni Ecogeses alla Fiera del Libro dei ragazzi di Bologna, BCBF24

In primo piano

BolognaLa Cooperativa Ecogeses sarà presente alla Fiera del Libro dei Ragazzi di Bologna, 8 – 11 aprile 2024, allo stand UELCI – pad. 26, B-14 con le sue pubblicazioni.

MERCOLEDI’, 10 aprile 2024 alle ore 16.00, allo stand UELCI – pad. 26, B-14 verranno presentati, con la presenza delle autrici Carla Coppi, Carlotta Frigerio e Cecilia Daverio i libri della collana “Storie proprio così“:

Screenshot 2024-02-27 090459

Carlotta Frigerio, La fiaba triste, Illustrazioni di Mastrobaldo

Vincitore al II Concorso letterario 2023 “… ci racconti una storia?

 

SaltoCoperNoV

Cecilia Daverio, Fai una salto e grida, Illustrazioni di Mastrobaldo

Vincitore al I Concorso letterario 2022 “… ci racconti una storia?

 

 

Copertina_BinRomiao

 

Carla Barbara Copi, Bin Romiao il gatto del deserto,

illustrazioni di Sabrina Arcangeli

 

 

Nell’occasione sarà presentato il III Concorso Letterario “… ci racconti una storia?”

ORALI Corsi in preparazione ai concorsi: infanzia-primaria e secondarie

In primo piano

scuola-Insegnante-lavagna_768x512L’Università Cattolica di Milano, in collaborazione con AIMC Sez. di Milano, UCIIM sez. di Milano e Diesse Lombardia, organizza i corsi in preparazione delle prove orali ai concorsi della scuola dell’infanzia, primaria e secodaria di I e II grado.

I corsi saranno on-line e si svolgeranno in modo laboratoriale insieme ad insegnanti esperti. Per l’infanzia-primaria si lavorerà sulla preparazione delle Unità di Apprendimento, per le Secondarie di Primo e Secondo grado si lavorerà sulle competenze didattiche e metodologiche delle singole discipline.

CONTENUTI
Il corso sarà prevalentemente laboratoriale, con gruppi di 20-25 partecipanti, dove si affronterà la preparazione di una unità di apprendimento che comprenderà una lezione simulata, seguendo gli aspetti specifici delineati nei percorsi didattici contenuti nelle Indicazioni Nazionali, secondo quanto previsto nell’allegato A del Decreto Dipartimentale MIM n. 2575 e 2576 del 6/12/2023 di emanazione del Bando di concorso per la scuola dell’infanzia e primara e per le scole secondarie.

MODALITÀ
Le attività saranno online sincrone sulla piattaforma erogata dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. La piattaforma fungerà anche da repository dei materiali dei docenti formatori e dei corsisti. Non ci saranno le registrazioni delle lezioni. Si potrà scegliere separatamente la formazione per la scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di primo e secondaria di secondo grado (non è prevista la preparazione al sostegno).

DURATA e CALENDARIO
I corsi hanno la durata di 15 ore e partiranno dal mese di aprile 2024 e si svolgeranno nel secondo pomeriggio dei giorni feriali e/o di sabato. I corsi partiranno appena ciascun gruppo raggiungerà un numero congruo di iscritti.

Le iscrizioni saranno chiuse il 7 aprile 2024. Tutte le informazioni si trovano sulle Broscure

UNI IN FABULA: Atelier di scrittura per l’infanzia

In primo piano

Matita bianco

Prende il via Uni in fabula, un progetto promosso dal Dipartimento di Scienze Umane e Sociali dell’Università degli studi di Bergamo nell’ambito del bando di Ateneo per iniziative di Public engagement di cui la Cooperativa Ecogeses è partner del progetto.

Il progetto Storie, letture animate, laboratori  per i più piccoli e non solo”, con il Cooerdinamento scientifico di Alessandra Mazzini, Ricercatrice Senior (Rtd-B) in Letteratura per l’infanzia Dipartimento di Scienze Umane e Sociali, offre, dal 22 marzo all’8 giugno, un calendario di eventi di letteratura per l’infanzia e l’adolescenza, dedicati a bambini e famiglie, educatori, insegnanti, professionisti attivi nel mondo della narrazione per l’infanzia e operatori culturali, ma soprattutto a tutti coloro che nutrono semplicemente curiosità verso questo tema.

Narrazioni per i più piccoli, laboratori, spettacoli teatrali, mostre, incontri di divulgazione e di formazione che hanno come obiettivo la promozione di una maggiore consapevolezza e riflessività riguardo all’universo composito e variegato della letteratura per l’infanzia con le sue sfumature culturali, pedagogiche, estetiche ed editoriali.

La partecipazione agli eventi è gratuita e aperta al pubblico.

I° EVENTO: ATELIER DI SCRITTURA PER L’INFANZIA                                               Venerdì, 22 marzo 2024 – ore 16.00-19.00

Aula Fornasa (aula 1), sede di Sant’Agostino, Università degli studi di Bergamo (Bergamo, p.le Sant’Agostino, 2)

* Per partecipare al laboratorio di scrittura creativa, è necessario compilare il form di iscrizione *

L’iniziativa, rivolta agli adulti, si configura come uno “spazio creativo” in cui i partecipanti sono invitati a “giocare con le parole”, per esplorare e sviluppare, in modo divertente e stimolante, le proprie capacità di scrittura e la propria fantasia. Ciascuno potrà così mettersi alla prova nella stesura di racconti per l’infanzia e per l’adolescenza, “immergendosi” nella magia della narrazione.

Il Programma del Progetto “UNI in fabula” si può consultare nel sito del progetto

“FAI UN SALTO E GRIDA”: DUE NUOVE IMPORTANTI RECENSIONI

In primo piano

SaltoCoperNoVIl libro di Cecilia Daverio “Fai un salto e grida” Illustrazioni di Mastrobaldo, Ecogeses, Roma, 2023, Coll. «Storie proprio così», 90 pp., € 11. Genere: narrativa – Età: da 11 anni

Rivista IL PEPEVERDE n.20/2023 di Ermanno Detti.                                                Il mondo dove si sta bene di Paola Perato
E’ un libro triste questo, dopo le prime pagine viene subito da chiedersi se sia giusto proporlo ai ragazzi. E invece è importante proprio farlo leggere ai più giovani, a quelli che trovano naturale vivere accuditi e coccolati fino a grand, a quelli che credono che il loro mondo, quello in cui sono nati, in cui vivono fra giochi, coccole e vacanze, sia “il” mondo e che l’altro, quello dei deserti, delle foreste, delle cascate e degli animali esotici sia solo una bella meta per viaggi. Anche il ragazzo, voce narrante di questa storia, divide nel suo immaginario il mondo in due: le nazioni in cui si vive bene e quelle altre, quelle della fame, della miseria, delle attrocità. Sono i paesi della guerra perpetua, dove la vita vale meno di niente, dove l’infanzia non esiste. E per dimenticare la guerra perpertua sevono forse sempre nuove, gambe e braccia semre pronte a correre e a conbattere, corpi e menti rubati sempre all’infanzia. Anche a Nuri, il giovane fratello protagonista, è toccata quella sorte, rapito nel silenzio della notte e scomparso nel nulla, portato via perché imparasse a uccidere e a farsi uccidere.
La storia che segue è quella di un ragazzino che impara a sopravvivere, a fare ogni mestiere, a trovare mille espedinenti, sempre rivolgendosi in modo stupefacente al fratello scomparso, fino al raggiungimento del mondo “dove si sta bene”.
Un libro che commuove e fa riflettere, perché mostra con spietato realismo un altro mondo e un altro modo di essere bambini.

PAGINE GIOVANI, Ed. Anicia, Anno XLVII, n. 183 | Nuova Serie, gen. – giu.  2023   di Claudia Camicia.                                                                                                   L’opera è vincitrice del primo concorso letterario Ci racconti una storia che si rivolge a insegnanti e educatori, alla loro creatività
e alla loro esperienza di promotori della lettura con i bambini.
La giuria ha premiato questo racconto di formazione con la seguente motivazione: perché «pone in un giusto equilibrio esperienza vissuta e sviluppo dei sentimenti. Si tratta di una narrazione incalzante nella sua drammaticità, arricchita dall’uso del non detto che sconvolge più di ciò che viene racraccontato. La mancanza totale di riferimenti ambientali e geografici rende il dramma di Lucien ancora più “vero” perché estensibile a tutte le situazioni in cui la guerra “degenera” in crudeltà indicibile. La brutalità delle armi attira tutti i contendenti nel vortice della sua disumanità. Mentre Lucien testimonia di avere elaborato questa esperienza – «mi sono sentito svuotato, liberato, dal peso di non sapere» – anche chi partecipa alle missioni di pace, a sua volta, dovrà porsi il compito arduo di ricostruire la pace in sé stesso. La forza coinvolgente della storia è capace di suscitare nel lettore tutti i sentimenti umani che accompagnano le forme più estreme della violenza che caratterizza le guerre». Con questo Premio si sollecita negli insegnanti una partecipazione attiva di elaborazione scritta, che può attingere anche alle esperienze individuali di didattica e lettura.

Progetto Mediazioni: aiutare a imparare. Avviata la prima fase aperta a tutti i docenti

In primo piano

Progetto Mediazioni UNITO

Nello scorso mese di maggio 2023 si è avviata la prima fase del Progetto Mediazioni: aiutare a imparare con la responsabilità scientifica della Prof.ssa Daniela Maccario, docente di Didattica e Pedagogia speciale dell’Università degli Studi di Torino. Il Progetto di ricerca Insegnamento di qualità e pratiche didattiche – Progetto Mediazioni: aiutare ad imparare, finanziato nell’ambito del progetto di Eccellenza del Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione dell’Università degli Studi di Torino, ha tra i suoi obiettivi quello di costruire conoscenza scientifica sui contenuti e sulle strategie per la formazione e lo sviluppo professionale degli insegnanti (iniziale e in servizio) nella conduzione della classe e nella gestione della mediazione didattica a supporto della qualità dell’apprendimento e della crescita personale degli alunni.

I docenti interessati a partecipare alla ricerca attraverso la compilazione del Questionario sono pregati di scrivere una mail al seguente indirizzo: aimcmilanomonza@gmail.com indicando: nome cognome, mail di riferimento, livello di scuola, campo di esperienza/disciplina insegnata e sezioni/classi in cui insegna, oltre ai motivi che inducono a partecipare e un breve curriculum.

Nella Loro qualità di associazioni ed enti di formazione sensibili alla ricerca didattica e alla formazione dei docenti l’Associazione Italiana Maestri Cattolici – AIMC -, l’Unione Cattolica Insegnanti, Dirigenti, Educatori,  Formatori – UCIIM delle Ragioni Piemonte e Lombardia, insieme all’Organizzazione per la Preparazione Professionale degli Insegnanti – OPPI – di Milano e alla Cooperativa E.CO.GE.S.E.S. hanno aderito al progetto, con la sottoscrizione di un accordo di collaborazione scientifica con il Dipartimento.

Continua a leggere

Don Lorenzo Milani: ho scelto i poveri

In primo piano

CopertinaNel centenario della nascita di Don Lorenzo Milani 1923 – 2023, la Cooperativa Ecogeses pubblica il libro:

Luciano Rondanini,

Don Milani: ho scelto i poveri,

Introduzione di Frate Antonello Ferretti

Ed. ECOGESES, 2023, p. 128

Il libro presenta Don Lorenzo Milani come una delle figure più amate e avversate della seconda metà del Novecento. I sostenitori vedono in lui una voce profetica, capace di leggere e anticipare i “segni dei tempi”; i detrattori considerano il Priore un cattivo maestro, demolitore del nostro sistema educativo e responsabile del fallimento della scuola del merito.
Una cosa è certa, il prete di Barbiana continua (e continuerà) ad alimentare visioni contrapposte e difficilmente conciliabili. Non potrebbe essere altrimenti, perché egli porta dentro di sé l’impronta del convertito. A vent’anni, infatti, decide di abbandonare privilegi e ricchezze di una delle famiglie più benestante di Firenze per abbracciare la strada del sacerdozio e “darsi ai poveri”.

Dirà di lui don Raffaele Bensi: don Milani era “duro e puro come un diamante. Doveva subito ferirsi e ferire”. Solo la forza di una vocazione intransigente poteva portare bellezza e verità in una borgata sperduta del Mugello e trasformare quel “lembo d’Africa” in una finestra sul mondo.

Rondanini, nel libro non si limita a delineare i tratti della vita e dell’impegno educativo di don Lorenzo, ma rende presente la sua figura nel dibattito pedagogico ed ecclesiale odierno, presentadolo come un vivo e critico interlocutore per gli educatori e i docenti che operano nella scuola e un sacerdote capace di lasciar parlare la Parola di Dio per il riscatto spirituale, culturale e sociale dei poveri e dei deboli.

Luciano Rondanini è stato dirigente tecnico presso gli Uffici Scolastici del Veneto e dell’Emilia Romagna. Attento conoscitore dei problemi della scuola italiana, ha fatto parte di gruppi di progetto ministeriali sull’inclusione e sulla dispersione scolastica. È autore di numerosi testi, tra cui Don Lorenzo Milani, la lezione continua (2017) e La pedagogia della bellezza (2022). Collabora con diverse Case editrici per le quali segue collane e piattaforme dedicate alla formazione di docenti e dirigenti.

Il libro è acquistabile presso la Libreria online dell’ECOGESES

Fai un salto e grida

In primo piano

SaltoCoperNoV Segnaliamo che il libro di Cecilia Daverio, Fai un salto e grida, Illustrazioni di Mastrobaldo, Ed. Ecogeses, Roma 2022, Vincitore del Concorso Letterario “… ci racconti una storia?” 2022, recentemente ha avuto una bella recensione da parte del Prof. Pino Boero sul suo sito www.pinoboero.com nella pagina in “Libri che ricevo” con Estate 2023 –  Libri ricevuti – Prima e seconda puntata:

*** Da 9 a 12 anni
Una fascia d’età non proprio frequentatissima offre in questa occasione buone sorprese
Ecogeses – “Storie proprio così”
Cecilia Daverio (ill. Mastrobaldo), Fai un salto e grida, € 11,00. Questo libro parla di guerra, di campi profughi, di bambini-soldato e lo fa con una narrazione giocata sulla “finzione” autobiografica, asciutta e priva di retorica ma proprio per questo ancora più drammatica e capace di far riflettere.

E’ un libro che si presta alla lettura e alla riflessione anche nelle aule scolastiche ed è inserito nei progetti di lettura proposti alle scuole dal Book City 2023 di Milano, con il titolo RAGAZZI LONTANI proposti alle scuole dal Book City 2023 di Milano, incontro 16 novembre 2023, al link https://www.bookcitymilano.it/progetti/2023/ragazzi-lontani-16-novembre-2023

Ricordiamo che il libro si può acquistare nella Libreria online dell’Ecogeses al link: https://cooperativa-ecogeses.sumupstore.com/

“Fai un salto e grida” e il nuovo Concorso Letterario “… ci racconti una storia?”

In primo piano

Presentazione_concorsoSabato 6 maggio 2023, nell’ambito della XVI edizione del Buk Festival della piccola e media editoria è stato presentato il romanzo di Cecilia Daverio, Fai un salto e grida, illustrazioni di Daniele Baldoni – Mastrobaldo, Edizioni Ecogeses, Roma 2023 (p. 93, €. 11,00),  vicintore del I Concorso Letterario “… Ci racconti una storia?”, della Cooperativa Ecogeses, in collaborazione con l’Associazione Italiana Maestri Cattolici (AIMC) e il Gruppo di Servizio per la Letteratura Giovanile (GSLG).

All’incontro erano presenti anche alcuni alunni del Laboratorio di giornalismo con la loro insegnante della Scuola Secodaria di I grado “Lanfranco” dell’Istituto Comprensivo 6 di Modena. L’evento è stato l’occasione per l’autrice Cecilia Daverio di raccontare il senso del libro che nasce dalla sua pluriennale esperienza di Docente in un Centro di formazione per Adulti in provincia di Varese, in cui ha seguito la formazione di tanti ragazzi stranieri giunti in Italia da situazioni difficili e ha ascoltato le loro storie. L’incontro con le curiosità e le domande degli alunni della Scuola “Lanfranco” sono stati l’occasione per uno scambio sui temi della pace e della condizione dei bambini e dei ragazzi nei diversi contesti di vita e nelle differenti condizioni sociali e geopolitiche.

Infatti, il libro “Fai un salto e grida” è la storia di un ragazzo che racconta le vicende della sua infanzia: “Nostro padre, ce lo portarono via quelli per mandarlo a combattere insieme a loro. E per paura che lui volesse tornare a casa, portarono via anche la casa. Cioè, non la portarono proprio via ma la bruciarono dopo essersi presi tutto quanto poteva loro servire di ciò che avevamo. In questo modo papà non sarebbe proprio più potuto tornare a casa né desiderare o tentare di farlo.” Dal campo profughi, rifugio dei superstiti, scompare dopo qualche tempo anche uk fratello Nuri. Per evitare la stessa sorte Lucien si allontana allora dal campo e raggiunge, dopo lunghi giorni e notti e molteplici accadimenti, l’Italia dove intraprende la professione di calzolaio che lui pensa essere scritta nel suo destino. I bambini-soldato e le Forze di Pace, ma nessuno vince.  Chi resta nel suo mondo, chi va verso un altro e chi da un altro fugge: la pace abita dentro di noi e solo così si costruisce. Storie attuali di vita vissuta. Un racconto incalzante che lascia senza fiato.

La Cooperativa Ecogeses con questo evento conferma il suo impegno per lo sviluppo dell’iniziativa del Concorso Letterario “… ci racconti una storia?” in collaborazione con l’Associazione Italiana Maestri Cattolici (A.I.M.C.) e il Gruppo di Servizio per la Letteratura Giovanile (G.S.L.G.) per selezionare elaborati destinati agli alunni allo scopo di valorizzare il genere narrativo come modalità di formazione e di relazione nei processi di crescita umana e culturale delle giovani generazioni in ambito scolastico. Racconti e storie invitano bambine e bambini, ragazzi e ragazze ad aprire il loro animo al mondo immaginario della parola che esorta all’ascolto e a esprimere la libertà di conoscere il mondo e i modi migliori per esprimere pensieri e valori dentro di sé. Non storie per insegnare, ma da leggere, raccontare, ascoltare insieme. Il Concorso vuole valorizzare il talento di tanti docenti e dirigenti scolastici che nasce all’interno della scuola italiana nelle dinamiche di insegnamento-apprendimento, dando vita a nuove e creative “perle” di letteratura per l’infanzia.

La seconda edizione del Concorso scade il 10 agosto 2023. Qui il Regolamento e il Modulo di partecipazione

 

Fai un salto e grida

In primo piano

SaltoCoperNoV

Cecilia Daverio, Fai un salto e grida, Illustrazioni di Daniele Baldoni – Mastrobaldo, Edizioni Ecogeses, Roma 2023, p. 93, €. 11,00. Vincitore al Concorso Letterario 2022 “… ci racconti una storia?”

“Nostro padre, ce lo portarono via quelli per mandarlo a combattere insieme a loro. E per paura che lui volesse tornare a casa, portarono via anche la casa. Cioè, non la portarono proprio via ma la bruciarono dopo essersi presi tutto quanto poteva loro servire di ciò che avevamo. In questo modo papà non sarebbe proprio più potuto tornare a casa né desiderare o tentare di farlo.”

Dal campo profughi rifugio dei superstiti scompare dopo qualche tempo anche Nuri. Per evitare la stessa sorte Lucien si allontana allora dal campo e raggiunge, dopo lunghi giorni e notti e molteplici accadimenti, l’Italia dove intraprende la professione di calzolaio che lui pensa essere scritta nel suo destino. In un corso di lingua italiana fa amicizia con Ion che ha abbandonato, da disertore, una missione internazionale di pace. Racconti e confidenze di quest’ultimo, che cerca a sua volta la propria pace interiore, conducono a scoprire qualcosa di importante…”

I bambini-soldato e le Forze di Pace, ma nessuno vince.  Chi resta nel suo mondo, chi va verso un altro e chi da un altro fugge: la pace abita dentro di noi e solo così si costruisce.

Storie attuali di vita vissuta. Un racconto incalzante che lascia senza fiato.

Il libro, opera prima della collana “Storie proprio così – il tarassaco” diretta da Carla Barbara Coppi, è disponibile presso la Libreria on line della Cooperativa Ecogeses

Informazioni per la seconda edizione del Concorso Letterario “… ci racconti una storia?” 2023

Magiche suggestioni dell’anima

In primo piano

Poesie_Grande Ilaria Ughetta Grande, Magiche suggestioni dell’anima. Raccolta di poesie e immagini, Edizioni ECOGESES, Roma 2021, ISBN 9788894383287, p. 73.

Ilaria Ughetta Grande è insegnante di scuola dell’infanzia, con le sue poesie riesce a far vibrare le corde dell’anima regalando con le sue poesie serenità ed emozioni profonde. Nei suoi versi si coglie l’animo gentile e sensibile di una persona che negli altri sa vedere solo aspetti positivi e che affronta le difficoltà di ogni giorno leggendole con occhi diversi. La primavera, i suoni, i profumi e i colori sono gli elementi che ricorrono in questi versi, scritti in un momento difficile del nostro tempo, quello dei giorni del lockdown.

Ha pubblicato poesie per la Casa Editrice Pagine nella collana Antologie: Voci versate; M’illumino d’immenso; L’agenda del poeta 2021 e Luci sparse.
Le poesie sono illustrate da Giulia Trioni che ha frequentato il Liceo Artistico “B. Munari” di Cremona. Attualmente è occupata in progetti di volontariato in ambito sociale. Ama ed usa i colori cercando sfumature nuove che regalano magiche suggestioni dimostrando un animo sensibile e amante della vita.

I libri sono disponibili presso:                                                                                   Libreria Cooperativa Ecogeses: https://cooperativa-ecogeses.sumup.link/prodotti           La Feltrinelli: https://www.lafeltrinelli.it/                                                                               Libreria IBS: https://www.ibs.it/                                                                                           Libreria Universitaria: https://www.libreriauniversitaria.it/

A Scuola di Educazione civica

In primo piano

Copertina1Segnaliamo ai nostri lettori la recensione di Luciano Rondanini, già Dirigente Tecnico del MIUR, al libro:

G.Biraghi, M.Cagnetta, A scuola di Educazione civica, Edizioni Ecogeses, Roma 2022, p 364, €.18,00

Colmare un preoccupante deficit
L’educazione civica è “l’ultimo” insegnamento ad essere diventato obbligatorio in tutti i gradi del nostro sistema di istruzione. La sua introduzione (legge 92/2019) è coincisa con l’irruzione della pandemia in cui abbiamo dovuto fare i conti con misure restrittive che hanno messo a dura prova la capacità di resilienza di ognuno di noi. Come ha scritto Massimo Recalcati, il Covid ha evidenziato come la formazione autentica presupponga l’esperienza dell’ostacolo, dello smarrimento e del “carattere inemendabile” dell’incontro con la realtà” (Recalcati, 2021).
Abbiamo purtroppo sperimentato sul campo il peso dei contenuti di questo nuovo insegnamento, ma anche l’opportunità per studenti e docenti di cogliere con maggiore consapevolezza le contraddittorietà di questa epoca sconvolgente e travolgente insieme, a cominciare dall’emergenza climatica, sanitaria e dalla guerra che si sta combattendo nel cuore dell’Europa.
C’è poi un dato preoccupante che ha reso opportuna l’introduzione dell’educazione civica nella formazione dei nostri alunni: il grave deficit di conoscenza della Costituzione, che costituisce un vero e proprio handicap per la democrazia italiana. Non a caso, i “padri costituenti”, in un ordine del giorno proposto da Aldo Moro e votato all’unanimità l’11 dicembre 1947, chiedevano che la Costituzione dovesse trovare

senza indugio, adeguato posto nel quadro didattico delle scuole di ogni ordine e grado,
al fine di rendere consapevole la giovane generazione delle raggiunte conquiste morali
e sociali che costituiscono ormai sacro retaggio del popolo italiano.”
Continua a leggere

Chiedilo alla sera. Un’adozione, due desideri, tre felicità.

In primo piano

Chiedilo alla seraSegnaliamo un’interessante e articolata recensione di Barbara Confortini sulla pagina Facebook Linfa. Libri per l’infanzia e l’adolescenza del libro di:

Fasani Valerio, Maria Elena Zigliani (illustratrice), Chiedilo alla sera. Un’adozione, due desideri, tre felicità, Ed. Ecogeses, Roma 2022, reperibile nella LIBRERIA ONLINE COOPERATIVA ECOGESES

 

UNA BELLA NOTIZIA DAL BUK FESTIVAL DI MODENA

In primo piano

FreedaIl Libro “FREEDA. Non a caso dal caos nasce cosa” opera prima di Miriam Galgano, edito da ECOGESES, ha ricevuto la Menzione Speciale al Premio Letterario “Raccontami” 2022 nell’ambito della XV edizione di Buk Festival della Piccola e Media Editoria di Modena, tenuto nel Chiostro di San Paolo nel giorno 6/8 maggio 2022.
A consegnare il riconoscimento nella Sala del Leccio, era presente l’ideatore della manifestazione Francesco Zarzana.
I complimenti di Ecogeses a Miriam Galgano.
Il libro è acquistabile nel negozio online della Cooperativa https://cooperativa-ecogeses.sumup.link/prodotti oppure su https://www.lafeltrinelli.it/

Presentato il primo libro di Miriam Galgano, “Freeda. Non a caso dal caos nasce cosa”

In primo piano

Miriam GalganMiriam_a_scuolao, ex studentessa dell’Istituto I.S.I.S. Pitagora di Montalbano Jonico, provincia di Matera, ha presentato il suo primo romanzo davanti agli studenti di quella che è stata la sua seconda casa per 5 anni.

La notizia, pubblicata nella pagina “Cultura e Spettacolo” de “Il Quotidiano italiano”, quotidiano online di Bari, rappresenta il frutto della significativa collaborazione della nostra Cooperativa con l’autrice del libro “Freeda. Non a caso dal caos nasce cosa“.

L’incontro con l’autrice si è tenuto nell’Aula Magna della scuola, in concomitanza all’assemblea d’Istituto organizzata dai ragazzi. Le classi quinte hanno partecipato in presenza, tutto il resto seguiva in modalità online dalle rispettive aule.

Nell’incontrare gli studenti e le studentesse, Miriam Galgano ha detto che “A distanza di anni, non avrei mai immaginato di tornare qui, in questa scuola, non più in veste di alunna. È sempre bello tornare a casa, è sempre bello far conoscere una parte di sé agli altri e lo è ancora di più attraverso le pagine di un libro. Credo che ognuno di noi possieda delle passioni manifeste o latenti e, in tal senso, la scrittura ha sempre rappresentato la mia chiave interpretativa della realtà circostante”. Attraverso un percorso metropolitano un po’ inusuale, Freeda incontrerà una serie di personaggi che, apparentemente, non hanno nulla a che vedere con la sua esperienza di vita, ma si riveleranno fondamentali e la supporteranno nel suo graduale percorso alla conquista della libertà.

A conclusione dell’incontro l’autrice ha esortato gli studenti a fare cole la protagonista del romanzo nel custodire uno o più sogni nel cassetto: “E allora, cari ragazzi, il mio augurio è che voi tutti, indistintamente, possiate trovare la vostra strada, perseguendo brillantemente gli obiettivi prefissati. Non abbiate fretta, meditate sul presente e fate tesoro delle esperienze passate. Mettetevi sempre in discussione perché, purtroppo, di ostacoli ce ne saranno, ma come ci insegna Freeda non a caso dal caos nasce sempre qualcosa e questo libro ne è la prova tangibile”,

Il libro Freeda è disponibile online alla Libreria della Cooperativa Ecogeses e anche da La Feltrinelli, sul sito di Ibs, su La libreria universitaria.

Cesare Scurati. Sguardi sull’educazione

In primo piano

ScuratiPaolo Calidoni, Damiano Felini, Andrea Bobbio (a cura di), Cesare Scurati. Sguardi sull’educazione, Ed. FrancoAngeli, Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non Commerciale-Non opere derivate 4.0 Italia (CC-BY-NC-ND 4.0 IT)  nella collana peer reviewed Il mestiere della pedagogia.

Nel decimo anniversario dalla scomparsa del Professor Cesare Scurati, il volume rilancia la ricerca e la riflessione sul contributo che questo maestro ha offerto a tanti livelli, concettuali, metodologici e operativi: dai temi dell’infanzia a quelli di una moderna concezione umanista della scuola; dalla metodologia della ricerca alle forme dell’insegnamento delle discipline pedagogiche; dalla curiosità verso i più disparati luoghi dell’“educativo” fino allo stile e all’etica del suo essere studioso e docente.
In Scurati, la ricchezza di questo affresco pedagogico rimanda alla vivacità di una stagione culturale che, nel superamento delle ideologie e degli steccati epistemologici, ha visto l’alba e il tramonto di un’epoca – il Novecento pedagogico – di cui tentò un’interpretazione produttiva e umanistica, pur con tutte le sue contraddizioni e i suoi limiti.
La pluralità degli ecosistemi formativi studiati da Scurati rimanda poi a una sua presenza effettiva, concretamente impegnata a riqualificarli, intrecciando riflessione accademica e formazione professionale, ricerca educativa, analisi delle concrete prassi istituzionali e uno sguardo, in chiave comparativa, agli stimoli provenienti d’oltre oceano.
Il volume si articola in tre sezioni: la prima, Letture, propone gli ‘sguardi’ di alcuni Colleghi sull’opera e la testimonianza di Cesare Scurati; nella seconda, Percorsi, si parla invece di scuola, soprattutto nella prospettiva curricolare e per quanto concerne l’educazione dell’infanzia e l’istruzione di base; la terza, infine, Ambienti, ospita contributi sui molteplici contesti dell’educazione diffusa.
Il volume intende dunque proporre un non aneddotico ricordo di un maestro, ancora capace di suscitare pensieri, idealità, progetti per trasformare il mondo e renderlo migliore.

Saggi di: Michele Aglieri, Giombattista Amenta, Massimo Baldacci, Andrea Bobbio, Giambattista Bufalino, Paolo Calidoni, Elio Damiano, Mario Falanga, Damiano Felini, Daniela Maccario, Pasquale Moliterni, Monica Parricchi, Beate Weyland.

About the Author/Volume editor: Paolo Calidoni, Già Università di Sassari.                About the Author/Volume editor: Damiano Felini, Università di Parma.                      About the Author/Volume editor: Andrea Bobbio, Università della Valle d’Aosta, Aosta.

Il volume si può scaricare al link:                  http://ojs.francoangeli.it/_omp/index.php/oa/catalog/book/748

FREEDA. Non a caso dal caos nasce cosa

In primo piano

FreedaMiriam Galgano – FREEDA. Non a caso dal caos nasce cosa, Edizioni Ecogeses, Roma 2021, ISBN 9788894383270, p. 133, €. 15.00

Ogni viaggio conserva segretamente una speranza e io non vedevo l’ora di scoprire quale fosse”. Il viaggio di Freeda è l’iter conoscitivo di ciascuno di noi. Molto spesso, anestetizzare le emozioni è la scusa che ci riserviamo per sfuggire a un presente che non ci garba; invece, raccoglierle e farle nostre è la scelta più coraggiosa che possiamo fare. Freeda questo lo sa e, attraverso la sua rinascita introspettiva, dimostra che, a volte, occorre perdersi totalmente per riappropriarsi della versione migliore di se stessi.

Miriam Galgano ha conseguito la laurea triennale presso l’Università IULM alla Facoltà di Comunicazione, media e pubblicità. Attualmente, frequenta un Master in giornalismo presso la Journalism Academy del Quotidiano Italiano, parallelamente a un corso online di Video Editing. La comunicazione è sempre stata la sua “finestra aperta sul mondo” e, questa volta, lo ha voluto dimostrare attraverso la scrittura. Freeda è il suo primo romanzo, un connubio sperimentale di geniale creatività e pura autenticità, due caratteristiche che contraddistinguono l’autrice e che aiuteranno il lettore a proiettarsi con facilità in ogni singolo capitolo proposto.

I libri sono disponibili presso:                                                                                   Libreria Cooperativa Ecogeses: https://cooperativa-ecogeses.sumup.link/prodotti           La Feltrinelli: https://www.lafeltrinelli.it/                                                                               Libreria IBS: https://www.ibs.it/                                                                                           Libreria Universitaria: https://www.libreriauniversitaria.it/

Vivere l’incontro tra le culture!

In primo piano

InterculturaLa Cooperativa Ecogeses è lieta di presentare due libri sul dialogo tra le culture.

Amalia Murcio Maghei,                          Culture ed educazione.                      Sguardi dal quotidiano,                     Edizioni ECOGESES, p. 217

La relazione tra le persone, il dialogo tra i cittadini e le istituzioni, le reti di servizi per garantire sicurezza, efficienza, efficacia in ambito sociale sono presupposti determinanti per la dialogicità interna di ogni cultura di cui è necessario riconoscere opportunità, limiti e vincoli, regole da mettere alla prova nella quotidianità del vivere, consapevoli che conflitti e squilibri sono fisiologici e che possono essere decifrati e superati solo con prospettive metaculturali che mettano a fuoco ragioni e comportamenti diversi nelle varie situazioni. C’è necessità di interagire, ma ad alcune condizioni. Ciascuno è chiamato a prendere decisioni contestuali, con senso di responsabilità, rispetto delle regole e comportamenti conseguenti.

Video di presentazione: https://youtu.be/9sEbhoGwpF8

Gian Leonildo Zani, L’infanzia nel mondo. La famiglia, la cultura, le mentalità, Edizioni AIMC, p. 185.

Il saggio è diviso in due parti. La prima descrive i metodi attraverso cui la famiglia, le associazioni, le istituzioni educano i figli a inserirsi nella propria cultura e religione, utilizzando le categorie di iniziazione (come tirocinio e ingresso ai valori) e di trasmissione (quale apprendimento di conoscenze). La seconda, attraverso il concetto di mentalità, in cui converge ciò che si è sedimentato nei secoli e il quotidiano, permette di cogliere con empatia le peculiarità delle culture e delle religioni.

I libri si possono richiedere:

–  Vendita diretta Cooperativa ECOGESES negozio on line:                                                  https://cooperativa-ecogeses.sumup.link/prodotti                                                          – Libreria “Il Segnalibro”, Via Roma 87/A, Magenta (MI)                                                    – Libreria “Libri e Libri”, Via Italia 22, Monza (MB)                                                              – LaFeltrinelli: https://www.lafeltrinelli.it/                                                                            – Libreria Universitaria: https://www.libreriauniversitaria.it/                                                  – IBS.it: https://www.ibs.it/

 

 

Insegnare e raccontare la matematica ai bambini

In primo piano

ImmagineLa Cooperativa Ecogeses è lieta di presentare due libri di Anna Maria Cappelletti:

Didattica della Matematica – Edizioni Ecogeses, Roma 2019, p. 272.

Il giro del mondo in 80 numeri – Edizioni Ecogeses, Roma 2021, p. 43.

Didattica della Matematica. Come promuovere un apprendimento consapevole – Edizioni Ecogeses, Roma 2019, p. 272: è un libro di formazione e di auto-formazione per i docenti,  ricco di riferimenti teorici, di riflessioni epistemologiche, di esempi pratici e itinerari operativi già sperimentati direttamente e da riproporre facilmente nelle classi.  Esso spazia da Aritmetica a Geometria : analizza la costruzione del concetto di numero, la modalità  per affrontare il tema Problemi, geometria euclidea e non; l’ottica interculturale è presente come filo conduttore di varie proposte. Introduzione di Italo Bassotto.

Il giro del mondo in 80 numeri – Edizioni Ecogeses, Roma 2021, p. 43: parla agli allievi in modo diretto e con un registro linguistico adatto a loro. L’obiettivo del libro è creare un interesse genuino per la matematica, presentata nella sua realtà storica, geografica, sociale e pratica, come patrimonio antichissimo creato da tutti i gruppi umani. La nascita di simboli e sistemi numerici accompagna i piccoli lettori alla scoperta che la matematica è frutto di un lungo percorso di costruzione delle conoscenze di cui anche loro possono essere partecipi. Il testo è illustrato da Lilia Marcucci Martello e da approfondimenti pedagogici e interculturali di Mariangela Giusti.

I libri si possono richiedere:
Vendita diretta Cooperativa ECOGESES negozio on line:                   https://cooperativa-ecogeses.sumup.link/prodotti
Libreria “Il Segnalibro”, Via Roma 87/A, Magenta (MI)
Libreria “Libri e Libri”, Via Italia 22, Monza (MB)
LaFeltrinelli – https://www.lafeltrinelli.it/
Libreria Universitaria: https://www.libreriauniversitaria.it/
IBS.it – https://www.ibs.it/

Canti gregoriani nell’Abbazia di Chiaravalle di Milano

In primo piano

Chiaravalle1221 – 2021, 800 anni di pietre in-canto

Nell’ambito delle celebrazioni a ricordo della consacrazione dell’Ab-bazia di Chiaravalle a Milano, Sabato 27 marzo 2021, si è tenuta la Conferen-za – concerto della Prof.ssa Susanna Castelli, maestra di coro dal titolo: “I canti della liturgia delle ore”.

La Conferenza-concerto presenta la storia del canto dei monaci cistercensi, nato nel contesto della chiesa ambrosiana.
Si ascoltano letture del vescovo Ambrogio e dei Dottori coevi Bernardo, Padre fondatore dell’Abbazia di Chiaravalle e santa Ildegarda che in terra renana ha svolto un’opera analoga a quella di Bernardo, fondando Abbazie.
Si sentirà risuonare le pietre dell’Abbazia con un canto che ancora oggi giunge a noi ricco di Spirito e Vita.

L’evento si colloca nel programma Cogita et Labora dell’Abbazia di Chiaravalle, inserito nel palinsensto di eventi dell’ottocentenario della consacrazione della Chiesa di Chiaravalle (1221-2021, 800 anni dalla consacrazione della chiesa abbaziale). Il progetto è promosso da Comunità Monastica di Chiaravalle, Koinè Coop Soc Onlus, Parco Agricolo Sud Milano, Consorzio Tutela Grana Padano.

Il concerto è disponibile al Link: https://youtu.be/j1rHt7MylVQ

Continua a leggere

Come spiegare le nuove schede di valutazione ai genitori della scuola primaria

In primo piano

libro tosoneGiulio Tosone, Dare valore alal scuola. Una guida per capire il senso della valutazione nella scuola primaria, Gennaio 2021.

Dall’anno scolastico 2020/21 c’è una grossa novità nelle scuole primarie (quelle che una volta chiamavamo elementari). Nella valutazione intermedia (il pagellino) e in quella finale (la pagella) non compariranno più le medie dei voti di ogni materia, ma dei giudizi descrittivi.Cosa comporta questo cambiamento? Come si leggono questi nuovi giudizi? Come sfruttare questa novità per aiutare i bambini nel loro percorso di apprendimento? A queste e ad altre domande proveremo a rispondere in questo volume dedicato specialmente ai genitori (ma utile anche agli insegnanti).

Giulio Tosone
Pedagogista e formatore.
Ha cominciato a occuparsi di scuola nel 1999 collaborando al Corso di formazione per il conferimento della qualifica dirigenziale ai Capi di Istituto erogato dall’Università Cattolica su bando del Ministero della Pubblica Istruzione. Negli anni si è occupato di formazione e aggiornamento degli insegnanti principalmente nella scuola dell’infanzia e del primo ciclo.
Dal 2015 è conduttore di laboratorio nel corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Il libro è distribuito esclusivamente su Amazon. È disponibile sia in formato cartaceo sia in formato digitale (per Kindle)

Apprendere a leggere e scrivere. Come e perché.

In primo piano

Libro_adrianaAdriana Lafranconi, Apprendere a leggere e scrivere. Come e perché, Prefazione di Giuliana Sandrone, Edizioni Studium, Roma, 2020, pp. 300, ISBN 9788838248627, € 29,00.

Il compito di accompagnare le bambine e i bambini nell’apprendimento della lettura e della scrittura risulta centrale per la loro crescita umana personale, culturale e sociale. Per questo ha sempre costituito nella storia della scuola un aspetto decisivo e molto dibattuto perché tocca la realizzazione di uno dei suoi fini istituzionali. L’interesse di Adriana Lafranconi  su questo tema scaturisce dal fatto che i recenti esiti della ricerca secondo l’approccio dell’Evidence-Based Education (Vivanet Giuliano, Che cos’è l’Evidence Based Education, Ed. Carocci Faver, Firenze 2014, p. 130.)  e gli studi delle neuroscienze sull’apprendimento del leggere e delle scrivere, insieme alle problematiche relative ai Disturbi Specifici di Apprendimento e dei Bisogni Educativi Speciali, rischiano di riproporre la discussione in termini contrastivi, riaprendo questioni in ordine a quale sia il “metodo migliore” per insegnare a leggere e a scrivere ai bambini.
Per evitare ogni ritorno al periodo di “non dialogo”, condizionato anche da posizioni di carattere ideologico, l’Autrice intraprende un significativo cammino di approfondimento dei metodi presenti nel panorama didattico, ponendo alla base della sua ricerca il paradigma dell’integrazione. La tesi centrale si basa sulla convinzione che l’integrazione tra i metodi costituisca una soluzione per andare incontro alle diversità di personalità con cui si presentano i bambini e per dare valore alle pratiche didattiche dei docenti che nei contesti di apprendimento vanno oltre un ancoraggio dogmatico a un metodo.
La condizione fondamentale per avviarsi verso questo approccio si fonda sulla convinzione che la pedagogia ritorni ad occupare una posizione determinante e di traino nella riflessione e nell’assunzione di scelte responsabili da parte dei docenti. Infatti, come sottolinea puntualmente nella Prefazione Giuliana Sandrone, è proprio della riflessione pedagogica che, “permettendo un’intenzionale ed accorta integrazione fra diversi metodi, li colloca in una cornice antropologica consapevole, capace di dar ragioni delle scelte metodologiche più adatte per affrontare l’idiografica situazione frutto dell’esperienza e delle specificità che ciascun bambino porta con sé, nella sua irripetibile unicità.” Quindi il leitmotiv che attraversa tutto il libro è quello di creare continuità tra la centralità dell’esperienza, della realtà e della storia nei contesti scolastici reali e la natura delle scienze pedagogiche, alla ricerca di leggi previsionali che orientino nell’affrontare casi singoli. Continua a leggere

Biblioteche. Topolino ci spiega perché sono luoghi preziosi

In primo piano

TopolinoIl Sistema Bibliotecario di Milano ricorda che grandi e piccini hanno ancora tempo fino al 28 gennaio per leggere il racconto pubblicato su Topolino nel 1993 che ci ricorda perché le biblioteche sono luoghi preziosi e, soprattutto, perché i loro servizi devono rimanere gratuiti e disponibili per tutti.

In regalo per i nostri piccoli lettori un racconto pubblicato su Topolino nel 1993 che ci ricorda perché le biblioteche sono luoghi preziosi e, soprattutto, perché i loro servizi devono rimanere gratuiti e disponibili per tutti.
Parola di zio Paperone!

Grazie a Disney Enterprises Inc. per la gentile licenza alla pubblicazione.                             Il file resterà disponibile fino al 28 gennaio 2021

Arte per i bambini della scuola primaria

In primo piano

Kitedu900Il Museo del Novecento ha ideato due diverse iniziative dedicate ai bambini della scuola primaria per coinvolgerli non solo nella conoscenza, ma anche nel racconto in prima persona della storia dell’arte del Novecento.

La prima è Kit Edu900, un vero e proprio “kit digitale” che permette di scoprire il Museo del Novecento grazie a un video di 15 minuti, scaricabile liberamente dal sito www.museodelnovecento.org, che accompagna i bambini alla scoperta di dieci capolavori della collezione permanente. Guidato da una voce fuori campo e arricchito da piccole animazioni grafiche, il video ha l’obiettivo di illustrare i linguaggi dell’arte con una narrazione a misura di bambino, ed è accompagnato da una proposta di gioco/laboratorio di gruppo o individuale da svolgere in aula o a casa, ispirata a una delle opere raccontate nel video: “Il libro cancellato” di Emilio Isgrò. Kit Edu900 è completato da materiali di approfondimento sul Museo e sulle opere, dedicati sia agli insegnanti come strumento per la didattica in aula, sia alle famiglie, come momento di condivisione di un’esperienza con i bambini.
Continua a leggere

La fede in dialogo

In primo piano

FedepiccolaLouis Roy, OP, La fede in dialogo, Edizioni Ecogeses, Roma, 2020, ISBN 9788894383256, €. 18,00.

In questi giorni è uscito il libro La Fede in dialogo di Padre Louis Roy, membro dell’Ordine Domenicano, attualmente professore di Teologia al Collège Universitaire Dominicain d’Ottawa. Il testo è la traduzione dell’edizione francese de “La foi en dialogue” edito da Novalis, Université Saint-Paul, Ottawa, 2006.

La Prefazione all’edizione italiana è stata curata da Saverio De Lorenzo, medico-chirurgo, Direttore dell’Ufficio di Pastorale Sanitaria della Diocesi di Perugia, nel 1993 con altri professionisti e per iniziativa di un padre domenicano (Thierry Haënni op) ha dato vita all’Istituto per la Promozione delle Scienze Umane (IPSU) che fin dal suo sorgere ha incontrato il pensiero di B.Lonergan.

La pubblicazione è arricchita dalla Postfazione di Padre Salvatore Currò, della Congregazione dei Padri Giuseppini del Murialdo e componente del Consiglio Generale. Docente alla Facoltà di Teologia (Istituto di Pastorale) dell’Università Pontificia Salesiana di Roma, della Congregazione dei Padri Giuseppini del Murialdo e componente del Consiglio Generale; è stato Assistente Nazionale dell’Associazione Italiana Maestri Cattolici e dell’Unione Italiana Insegnato Medi.

Continua a leggere

Dad… Parliamone!

In primo piano

copertinaAssociazione Italiana Maestri Cattolici – Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Trentino Alto Adige, Veneto

DaD… Parliamone! Focus Group di approfondimento sulla Didattica a Distanza

Edizioni Ecogeses, Roma 2020, p.156, ISBN 9788894383249 – € 12,00

 

Nel libro, appena pubblicato da Ecogeses, sono raccolti gli esiti dei Focus Group sul tema della Didattica a Distanza nel periodo del lockdown organizzati dall’Associazione Italiana Maestri Cattolici delle regioni del nord Italia, ai quali hanno partecipato 134 docenti tra insegnanti della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I grado, suddivisi in sei moduli organizzativi: due per la scuola dell’infanzia, tre per la primaria e uno per la secondaria di I grado, condotti da Formatori AIMC.

Le tematiche affrontate nei tre incontri per ciascun modulo sono state: La didattica digitale e la didattica a distanza; La progettazione e la valutazione al tempo del Coronavirus; Scuola e famiglia al tempo del coronavirus. Esse offrono una approfondita riflessione sulle dinamiche vissute nella scuola sul piano professionale e nella relazione tra docenti, alunni e genitori.

L’introduzione al testo è curata dal Prof. Pierpaolo Triani, Docente di Pedagogia generale e della comunicazione educativa, Università Cattolica di Piacenza – Cremona. Inoltre hanno curato il testo: Bianca Testone, dirigente scolastico; Italo Bassotto Ispettore tecnico, Sonia Claris, dirigente scolastico.

Per ricevere il Libro occorre scrivere alla Cooperativa Ecogeses utilizzando la mail ecogeses@pec.it (è una pec aperta e riceve da tutti gli account) aggiungendo alla richiesta i seguenti dati per la fatturazione: nome e cognome, indirizzo, Codice Fiscale.
Il libro verrà spedito per posta e arriverà nell’arco di 4/5 giorni dalla data di spedizione. È possibile fare ordini cumulativi.

I nostri libri sono anche distribuiti online da:
LaFeltrinelli –  https://www.lafeltrinelli.it/
Libreria IBS – https://www.ibs.it/

Il traguardo della competenza. Narrazione di un’esperienza professionale

In primo piano

copertina putignanoAIMC di Putignano – Angela G. Landi (a cura di), Il traguardo della competenza. Narrazione di un’esperienza professionale, Edizioni ECOGESES, Collana “Profumo di gesso“, Roma 2020, pp. 220, €. 18.00 – Introduzione della Prof.ssa Angela Chionna.

Perché un percorso formativo sul tema delle competenze?
La risposta potrebbe essere che, nel contesto storico attuale, la strada dell’innovazione passa attraverso questa idea.
Il cammino progettuale è partito dalla narrazione delle pratiche dei docenti, cercando di cogliere in esse elementi che potessero a pieno titolo essere inseriti in un discorso di didattica per competenze.
Continua a leggere

Il discernimento come problema formativo

In primo piano

discernimentoLucio Guasti, Il discernimento come problema formativo, Ed.Youcanprint, Lecce, 2019, pp. 156.ISBN 9788831620932

Al giorno d’oggi L’attitudine al discernimento è diventata particolarmente necessaria“, così si esprime Papa Francesco dell’Esortazione apostolica “Gaudete et Exultate”. Il Papa evidenzia una preoccupazione che riguarda non solo il mondo cattolico, ma tutti gli uomini; la nostra società infatti si è scoperta complessa culturalmente e debole nel giudizio. Diventa pertanto necessario assumere un comportamento della ragione particolarmente attento al come ci si deve muovere per potere affrontare positivamente i problemi, questo al fine di cogliere al loro interno quel bene e quel vero che sono presenti nella realtà quotidiana.
Il libro si occupa quindi del discernimento adottando uno schema di ricerca suddiviso in tre momenti: il primo riguarda l’analisi dell’oggetto in dialogo con un interessamente libro, da poco edito, che ha l’intento di cogliere gli elementi che ne definiscono il campo; il secondo concerne un gruppo di reazioni soggettive che l’autore ha immediatamente avuto all’approccio al contenuto; il terzo, infine, presenta l’articolato contributo di diversi autori che mostra quanto il campo in questione abbia ancora bisogno di esperienze e di approfondimenti.

Dai saperi essenziali alle competenze

In primo piano

copertina CompetenzeDe Maria Michele, Dai saperi essenziali alle competenze, Edizioni Ecogeses, Roma, 2019, pp. 167, €. 16,00

Il libro di Michele De Maria presenta una sintesi ragionata di una serie di incontri di formazione, tenuti in diverse scuole, durante l’evolvere delle stagioni di riforme scolastiche, attivate dai diversi Ministri della pubblica istruzione, che si sono avvicendati nel periodo dal 1999 al 2019.
Il testo riserva particolare attenzione alle motivazioni filosofiche della nuova didattica che vuole privilegiare la formazione mentale e intellettuale dei discenti, orientata all’apprendere ad apprendere e alla costruzione delle competenze come premessa per essere costruttori, essi medesimi, di conoscenza.
Nella seconda parte, in dimensione di massima concretezza, si è voluto dare ai docenti in particolare una serie di suggerimenti operativi per l’elaborazione della relativa progettualità educativo-didattica.

Continua a leggere

Didattica della Matematica

In primo piano

CopertinaAnnamaria Cappelletti, “Didattica della matematica. Come promuovere un apprendimento consapevole“, Ed. ECOGESES, Roma, 2019, pp. 279, €. 25,00.

Il libro, pubblicato in questo mese di aprile e presentato dall’autrice al Buk Festival 2019 di Modena, propone rinnovate ragioni per confermare il valore della matematica e del suo insegnamento come paradigma di un processo di apprendimento significativo e consapevole.

Dopo una parte introduttiva che indaga sui significati della didattica della matematica, il libro presenta l’esperienza didattica di molti anni di insegnamento dell’autrice, suddivisa in tre parti rispettivamente dedicate: all’Aritmetica, alla Geometria e ad itinerari operativi in ordini ad alcune conoscenze di aritmetica elementare. Il testo presenta anche un’amplia bibliografia su alcuni autori di rilievo Z.P. Dienes, B. D’Amore, E. Castelnuovo, G. Brousseau.

Il libro, la cui introduzione è stata curata da Italo Bassotto, risulta così un valido strumento per ripercorrere le tappe più significative dell’insegnanmento della matematica nei nuclei fondamentali dei numeri, dello spazio e figure con attezione alla storia della matematica e con uno sguardo interculturale offredo spunti e proposte didattiche concrete da sviluppare in classe supportate da valide basi teoriche e operative.

Interssante è la descrizione che Annamaria Cappelletti offre dell’immagine di copertina: “L’immagine riproduce un monumento situato di fronte all’ingresso del Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Boston ed è stata fotografata nel luglio 2012 in occasione della nostra presenza in quella città per incontrare docenti e ricercatori che, come noi,
studiano il metodo Lonergan.
È stata scelta come copertina del testo perché bene ne rappresenta l’intento e le finalità: l’involucro di metallo è formato da notazioni numeriche, da simboli matematici, da formule; è cavo e permette ai bambini di entrare all’interno per arrampicarsi, sedersi, procedere di nuovo verso altre direzioni. Dall’interno di questa struttura guardano il mondo esterno;
dall’esterno possono guardare dentro o addirittura tuffarsi in quel groviglio
di simboli.
Anche la matematica, come quel monumento, può sembrare una struttura rigida così strutturata da resistere o addirittura respingere chi le si avvicini; ma, come a quei bambini, permette a chi osa avvicinarla o addirittura ci s’infila dentro di godere di prospettive di conoscenza inaspettate”.

In Appendice è riportato di G. Biraghi “Auto-appropriazione, ricerca e azione. La valenza pratica del metodo lonerganiano per un rinnovamento culturale e pastorale” a cui l’autrice fa  riferimento.

Il testo può essere richiesto direttamente alla Cooperativa ECOGESES con lo sconto del 20% all’indirizzo: ecogeses@pec.it (riceve da tutti gli account), oppure on line da: https://www.lafeltrinelli.it/https://www.libreriauniversitaria.it/https://www.ibs.it/

Conoscenza e azioni dell’intelletto. La conversione intellettuale nel primo Lonergan

In primo piano

Copertina foto1Richard M. Liddy, Conoscenza e azioni dell’intelletto. La conversione intellettuale nel primo Lonergan, Edizioni ECOGESES, Roma, pp. 359.

A dieci anni dal primo incontro tra l’Associazione Italiana Maestri Cattolici e Richard M. Liddy al Seminario Nazionale di Abano Terme nel 2008 dove, per la prima volta in Italia, grazie anche alla sollecitazione del Prof. Lucio Guasti dell’Università Cattolica di Piacenza, è stato presentato ai docenti il pensiero di Bernard J. F. Lonergan, viene pubblicata la traduzione del libro “La Luce che trasforma. La conversione intellettuale nel primo Lonergan”.
Il libro si propone di rispondere alla domanda “Che cos’è la conversione intellettuale?”, ripercorrendo il cammino della formazione del pensiero di Lonergan, gesuita canadese, uno dei pensatori cattolici più significativi del ‘900. L’autore invita i lettori a farsi soggetti attivi nella ricerca della personale conversione intellettuale per andare oltre. È così un invito di riflessione rivolto sia agli studiosi del pensiero lonerganiano, sia a chi vive professionalmente la formazione delle giovani generazioni per assumere uno sguardo nuovo verso la consapevolezza dei processi del personale comprendere. Il Prof. Pierpaolo Triani nella Prefazione sottolinea che “il volume si presenta come un’indagine Continua a leggere